Zhang (AAA, Alger): small cap Usa? Punto su tech e sanitario. Il mercato è ancora inefficiente - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Zhang (AAA, Alger): small cap Usa? Punto su tech e sanitario. Il mercato è ancora inefficiente

Zhang (AAA, Alger): small cap Usa? Punto su tech e sanitario. Il mercato è ancora inefficiente

Il gestore Amy Zhang della boutique statunitense Alger ha ottenuto questo mese il rating AAA Citywire grazie alle performance dei suoi fondi azionari americani: in Italia è distribuito soltanto l'Alger SICAV-Alger Small Cap Focus, ma per gli appassionati dell'asset class è oggi il miglior fondo equity Usa (specializzato in Pmi) dei 45 del comparto.

Per questo - e per conoscere meglio una casa di gestione poco nota in Italia - l'abbiamo raggiunta e intervistata.

Qual è tecnicamente la differenza tra il suo fondo e i competitor diretti? Cosa sta trainando le sue performance?

L'Alger SICAV - Alger Small Cap Focus possiede un portafoglio azionario in small cap americane fortemente concentrato. Il fondo, agnostico rispetto al benchmark e con una gestione estremamente attiva, punta infatti in piccole aziende che pensa potranno diventare grandi imprese. 

Aziende piccole dal punto di vista dei ricavi, non della capitalizzazione: parliamo di imprese con ricavi inferiori o uguali ai 500 milioni di dollari.

Poi le filtriamo, rifuggendo i rischi di declassamento, per avere un portafoglio protetto sul lungo termine

Ci spieghi più in dettaglio come funziona il suo processo di investimento.

In Alger, investiamo in società che stanno subendo "un cambiamento dinamico positivo" e che stanno beneficiando di una fase positiva dettata dall'età o dal ciclo di vita aziendale.

Per selezionare le imprese nelle quali investire guardiamo a crescita dei ricavi sostenibile, alta qualità finanziaria e forti team di gestione.

Attraverso il nostro fondamentale processo di ricerca dal basso verso l'alto, sviluppiamo una visione differenziata sulla qualità delle singole realtà e sul loro potenziale di crescita a lungo termine.

La selezione dei titoli finale è ovviamente ciò che ci differenza dai competitor e per questo inseriamo soltanto società in cui crediamo fortemente.

Quante posizioni avete oggi? Che limiti percentuali pone alle singole esposizioni?

Al 30 settembre avevo 49 posizioni in portafoglio e, in virtù della forte convinzione che prima descrivevo, raramente superiamo le 50. 

Investiamo in realtà innovative e dirompenti, e per questo abbiamo un certo focus su società tecnologiche e legate al settore sanitario.

Come investimennti non superiamo il 6% del valore di mercato e il 33% del potenziale industriale.

Ci faccia qualche nome: quali sono oggi i suoi tre investimenti principali?

Alla fine del mese scorso erano Tandem Diabetes Care, Abiodem e Cantel Medical.

Tandem Diabetes Care è una società di dispositivi medici focalizzata sulla progettazione, lo sviluppo e la commercializzazione di prodotti per persone con diabete insulino-dipendente. Tandem offre un sistema innovativo e proprietario di somministrazione continua di insulina che fornisce una terapia continua avanzata per infusione.

Abiomed è un'azienda leader nel settore dei dispositivi medici con una crescita dei ricavi elevata e margini elevati. Ha una posizione dominante nel mercato delle pompe cardiache percutanee, fornendo dispositivi di supporto circolatorio meccanico temporaneo per i pazienti con insufficienza cardiaca.

Cantel Medical è un fornitore leader di prodotti e servizi di prevenzione delle infezioni e di controllo nel mercato dell'assistenza sanitaria. Le sue aree di interesse sono l'endoscopia, la depurazione delle acque e la filtrazione per dialisi e altre applicazioni industriali, così come i prodotti sanitari monouso destinati al mercato dentale.

Quali sono stati i cambiamenti di portafoglio più rilevanti negli ultimi due anni?

Le dico gli inserimenti degli ultimi tre anni. Nel 2006 abbiamo preso CVT (CVent), TXTR (Textura), FEIC (FEI Company), DTSI (DTS, Inc.) e TUBE (TubeMogul).

Nel 2017 CAVM (Cavium), WOOF (VCA Antech) e KATE (Kate Spade & Co.) e nel 2018 ABAX (Abaxis).

Quali sono le tre notizie recenti, relative al suo comparto, che un consulente finanziario o un investitore dovrebbero valutare?

Di recente si è parlato molto di volatilità del mercato e di guerre commerciali tra Cina e Stati Uniti. Tali notizie favoriscono gli investimenti nel nostro comparto.

Le small cap infatti risentono meno delle difficoltà internazionali, avendo un mercato prettamente domestico, e con la crescita dei consumi hanno molto margine di crescita. 

Secondo le ricerche Nomura, inoltre, nelle fasi di tassi di interesse in aumento le small cap hanno storicamente sempre sovraperformato le large cap.

Senza dimenticare che secondo FactSet, i settori orientati alla crescita - come beni voluttuari, tecnologia e assistenza sanitaria - hanno sovraperformato quest'anno.

Che cosa considera imprescindibile per un fondo di questa categoria?

L'attenzione al rischio di ribassi. Nel mio caso ho sviluppato questa attenzione avendo lavorato nella creazione e nella strutturazione dei derivati per Citibank e, per questo, posso assicurare con certezza che le aziende in cui stiamo investendo sono caratterizzate da alta qualità, basso debito e forti capacità di generare flussi di cassa.

Chi è il cliente ideale per il suo fondo? Perché pensa che questo prodotto sia adatto al mercato italiano?

Il comparto delle mall cap è un terreno ideale per i fondi a gestione attiva, che da sempre sono i preferiti del mercato italiano. Qualità, conoscenze ed esperienza dei gestori ritengo possano ancora fare la differenza nelle scelte degli investitori del vostro Paese.

Mi permetta di concludere con un aspetto più personale. Come mai ha scelto questo comparto per la sua carriera?

Come le dicevo, sono fermamente convinta che il mercato azionario delle small cap sia un terreno fertile per noi gestori attivi, innanzitutto perché è ancora molto inefficiente.

E, le confesso che è molto gratificante trovare del valore "sfuggito ai radar" e scoprire un potenziale di crescita ancora non prezzato.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.