Via alla trasformazione di Cassa Centrale Banca nella capogruppo delle Bcc - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Via alla trasformazione di Cassa Centrale Banca nella capogruppo delle Bcc

Via alla trasformazione di Cassa Centrale Banca nella capogruppo delle Bcc

Cassa Centrale Banca cambia statuto, cambia nome e vede sempre più vicina la trasformazione in capogruppo. Ieri si è tenuta l'assemblea della banca guidata da Giorgio Fracalossi e Mario Sartori che ha approvato le modifiche statutarie necessarie per diventare il polo aggregante di circa 90 altri istituti di credito sparsi sul territorio italiano, istituti peraltro quasi tutti presenti ieri a Milano per l'assemblea.

"Si tratta di un altro passaggio storico", spiega a MF-Milano Finanza il presidente Fracalossi, "e il clima che abbiamo trovato in assemblea è stato straordinario". Riguardando alla storia che ha portato a quest'ultimo incontro, continua il presidente, "il tempo sembra volato, eppure sono passati quasi quattro anni da quando si è ipotizzata per la prima volta una riforma delle bcc".

Cassa Centrale è diventata ieri Cassa Centrale Credito Cooperativo Italiano e ha ricordato le tappe in vista della trasformazione. Entro il 15 ottobre le banche che hanno scelto di aderire al gruppo dovranno spedire i verbali di cda in cui annunciano l'avvenuto cambio di statuto, il patto di coesione e la data dell'assemblea per la ratifica delle decisioni del board, materiale che verrà spedito da Ccb a Bankitalia. Entro il 25 novembre invece dovranno tenersi invece le assemblee straordinarie chiamate appunto a validare le decisioni e gli statuti varati dai rispettivi cda. A quel punto sarà tutto nelle mani della Banca d'Italia, che salvo sorprese concederà la nascita della nuova capogruppo dal 1 gennaio 2019. L'ufficialità ovviamente ci sarà solo verso la fine dell'anno, ma i feedback informali ricevuti dalla banca trentina sembrano positivi ed è possibile che il via libera verrà concesso anche qualora non tutte le 90 banche dovessero consegnare i documenti assembleari in tempo. 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.