Un giudice contro Poste Vita: le index linked non sono polizze assicurative - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Un giudice contro Poste Vita: le index linked non sono polizze assicurative

E’ il caso di una signora spezzina che, nel 2010, chiede il riscatto del capitale investito in due polizze “Posta futura” e “Formula 7” rispettivamente sottoscritte nel 2000 e nel 2003. Rimborso che le è stato negato. Ha fatto ricorso in Tribunale.

1 Comments
Un giudice contro Poste Vita: le index linked non sono polizze assicurative

La dibattuta natura previdenziale o finanziaria delle polizze “index linked” è stata il leitmotiv di svariate pronunce dei giudici di questi ultimi anni.

L’attività interpretativa si è orientata ad individuare dei criteri di riconoscimento della natura propriamente assicurativa del contratto, ossia il collegamento con un evento relativo alla vita dell’assicurato, un rischio collegato a circostanze relative alla persona dell’assicurato, la conservazione del capitale.

Nelle polizze linked, invece, ad influenzare l’andamento del prodotto sono le tendenze del mercato e la capacità di chi gestisce il fondo, tutte circostanze estranee alla sfera dell’assicurato.

Alle medesime conclusioni è giunta una recente sentenza del Tribunale della Spezia che ha confermato che le polizze index linked non possono essere considerate semplici polizze di assicurazioni sulla vita. 

E’ il caso di una signora spezzina che, nel 2010, chiede il riscatto del capitale investito in due polizze “Posta futura” e “Formula 7” rispettivamente sottoscritte nel 2000 e nel 2003.

Richieste di riscatto che si vede rifiutate da Poste Vita perché prescritte secondo quanto stabilito dall’art. 2592 codice che prevede una prescrizione di due anni dei diritti derivanti dal contratto di assicurazione.

La difesa vira sulla natura finanziaria di queste polizze e fa centro.  Se le polizze hanno natura finanziaria non si applicano le norme di diritto civile e quindi le richieste di riscatto non sono prescritte.

Il Tribunale della Spezia, conferma la natura assicurativa solo per la polizza  Posta Futura”  che garantisce al restituzione del capitale  nonché della rivalutazione minima.

Il prodotto Formula 7, invece, appare “un prodotto di natura finanziaria  in quanto le somme dovute da Poste vita vengono direttamente collegate all’andamento degli attivi  finanziari di un titolo strutturato, emesso da mediobanca e costituto da uno strumento obbligazionario e da uno strumento finanziario”

Questa non è una polizza vita – conclude il Tribunale della Spezia- . Pertanto vanno restituiti  alla ricorrente- investitrice  tutti gli importi e gli interessi dovuti per legge dal prodotto Formula 7.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

LE NOTIZIE PIÚ LETTE