Swiss Life si rilancia in Italia attraverso soluzioni a fiscalità gestita e polizze Vita Vul - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Swiss Life si rilancia in Italia attraverso soluzioni a fiscalità gestita e polizze Vita Vul

Swiss Life si rilancia in Italia attraverso soluzioni a fiscalità gestita e polizze Vita Vul

Il gruppo assicurativo svizzero Swiss Life, attivo in 80 Paesi del mondo, punta ora a rientrare con forza nel mercato italiano - e in particolare nel segmento del wealth management - con un team di 15 professionisti dedicati, capitanati da Alessandro Tulli (in foto sotto), a.d. di Swiss Life (Liechtenstein) AG.

La società, dopo aver sviluppato il mercato elvetico (7 miliardi di euro di premi nel 2018), francese (3,8 miliardi), tedesco (circa 900 milioni) e "internazionale" (1,4 miliardi, principalmente da Regno Unito, penisola iberica e Scandinavia), intende ora raddoppiare le masse gestite nel nostro Paese (ad oggi 2,6 miliardi di euro) nel prossimo triennio, attraverso due soluzioni principali inedite in Italia.

Una proposta assicurativo-finanziaria a fiscalità gestita (sottoscrivibile dall'inizio del 2019), che offrirà ai clienti la possibilità di scegliere se gestire in proprio la fiscalità derivante dalla polizza o delegare completamente in modo analogo al regime di sostituzione di imposta (disponibile sia dal Liechtenstein sia dal Lussemburgo).

La seconda soluzione riguarda invece l'offerta di polizze Vita Vul (Variable Universal Life) molto in voga in Asia, che offrono una cospicua erogazione in caso di decesso: in estrema sintesi, il cliente segnala quale somma desidera riservare ai suoi eredi e l'assicurazione calcola il relativo premio  chiedendogli, in genere, di versare un terzo dell'erogazione finale.

Swiss Life ha optato per ora per una distribuzione ibrida, ovvero in parte diretta (il canale principale, attraverso il portale e-private wealth in lancio a inizio 2019) e la mediazione di banche private e broker specializzati in private insurance; probabili in futuro accordi di distribuzioni con le reti di consulenza.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.