Salta la trattativa per l'ingresso di Barents nel capitale di Banca del Fucino - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Salta la trattativa per l'ingresso di Barents nel capitale di Banca del Fucino

Salta la trattativa per l'ingresso di Barents nel capitale di Banca del Fucino

Banca del Fucino e Barents interrompono definitivamente le trattative per una loro partnership, come già si sospettava da qualche settimana.

Lo hanno annunciato gli stessi due gruppi, segnalando la conclusione delle trattative iniziate ad aprile per l'ingresso del gruppo Barents Re nel capitale della storica realtà private romana (32 filiali, di cui due - a Milano e nella capitale - esclusivamente rivolte ai clienti con oltre 500mila euro di asset finanziari). 

Nell’ultimo periodo sarebbero infatti maturate divergenze sui piani futuri della banca.

Banca del Fucino ha voluto precisare però che è oggi in fase avanzata la valutazione dei termini per l’ingresso nel capitale di nuovi investitori istituzionali, così come sta definendo con un altro soggetto un'operazione di deconsolidamento integrale del proprio portafoglio crediti deteriorati.

"Sono certo di poter costruire anche in futuro un percorso di sviluppo importante per la Banca fondata dalla mia famiglia. Questo grazie al contributo essenziale che l'intera organizzazione di Banca del Fucino ha sempre dimostrato e saputo dare, in particolare negli ultimi mesi. Il lavoro svolto sino ad oggi sarà alla base del progetto di ulteriore crescita che ci stiamo avviando ad intraprendere" ha dichiarato il presidente, Alessandro Poma Murialdo (in foto).

 

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.