Rivelle (Tcw): i gestori non devono strafare quando il ciclo espansivo è al culmine - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Rivelle (Tcw): i gestori non devono strafare quando il ciclo espansivo è al culmine

Quando la fase espansiva del ciclo economico è arrivata al capolinea, il buon gestore non deve puntare a tutti i costi a essere il "migliore", ma deve essere in grado di preservare il capitale.

A dirlo è Tad Rivelle (in foto), c.i.o del reddito fisso di Tcw, che nell'intervista rilasciata a Citywire ha sottolineato come, al culmine delle fase espansiva di un ciclo economico, la ricetta vincente in termini di allocazione del capitale potrebbe tramutarsi, in fase calante, in un boomerang per il gestore e per i suoi clienti.

"Proprio per questo i migliori fund manager nel culmine della fase espansiva del ciclo economico possono ritrovarsi ultimi della classe uno o due anni dopo", ha aggiunto Rivelle.

La visione di Tcw è che, nelle prime fasi del ciclo, i bond consentono all'investitore di essere un risk taker "convinto", mentre intorno alla metà del ciclo lo stesso deve imparare a essere più selettivo, più orientato all' "alpha" che al "beta".  Nell'ultima parte del ciclo, l'obiettivo dell'investitore deve essere preservare il capitale ed evitare di rimanere troppo esposto al rendimento. 

 

 

 

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.