Pacquement (AAA, Wells Fargo): troppa liquidità e tassi alti? L'ideale per i bond europei short term - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Pacquement (AAA, Wells Fargo): troppa liquidità e tassi alti? L'ideale per i bond europei short term

Pacquement (AAA, Wells Fargo): troppa liquidità e tassi alti? L'ideale per i bond europei short term

La fund manager Henrietta Pacquement del gruppo americano Wells Fargo è tornata questo mese alla AAA Citywire, grazie alle performance (aggiustate per il rischio) dei suoi tre fondi obbligazionari europei: il suo storico Wells Fargo (Lux) Worldwide Fd Eur S/D Crd Fd Eia (3° su 40 fondi Euro breve termine per performance a tre anni) e i più recenti (12 mesi di track record) Wells Fargo (Lux) WW EUR Invest Grd Cred I Acc EUR (17° su 108 fondi Eurozona a un anno) e Wells Fargo (Lux) Worldwide Fd Dyn Crd Fd EUR I D (più in difficoltà, 25° su 34 fondi Europa a un anno). 

Nell'intervistare Pacquement (che questo mese fa parte dell'elitario club delle 7 donne fund manager con il massimo rating, segnalato da Citywire nella classifica di ottobre dedicata) abbiamo per questo scelto di focalizzarci sul suo fondo principale: il Wells Fargo (Lux) Worldwide Fd Eur S/D Crd Fd Eia, caratterizzato di ritorni del 5,3% a tre anni contro una media di categoria ferma allo 0,2%.

Come può sintetizzare la differenza tra il suo fondo obbligazionario europeo short term rispetto ai competitor? Qual è il segreto della sua performance?

La nostra strategia di credito a breve durata è focalizzata su un'esposizione long only in un universo creditizio investment grade a breve e media scadenza. Un segmento del credito che offre interessanti opportunità di investimento sia sul mercat0 primario sia su quello secondario, con attenzione ai ritorni così come al contenimento del rischio.

Come funziona in dettaglio il suo processo di investimento?

Il fondo ha una flessibilità studiata per accedere a qualunque opportunità di aumento dei rendimenti, comprese le modeste allocazioni di titoli high yield e asset backed

La strategia investe nel debito dei mercati emergenti in valuta forte e nell'intero spettro del debito bancario, alloca in asset non denomiate in euro con coperture valutarie e investe sia per mezzo di contanti sia di Credit Default Swap.

La mia convinzione è che la ricerca sul credito vada sempre combinata con decisioni di allocazione top-down in un ambito di controllo del rischio: solo così si generano rendimenti superiori.

Guardiamo ora all'interno del vostro attuale portafoglio: quali sono le posizioni principali? 

Ci muoviamo in un range tra le 100 e le 200 posizioni, con un limite del 3% sui singoli investimenti, che diventa del 2% nel caso degli high yield. Con una qualità del credito che spazia da BBB+ ad A-.

Le prime 10 posizioni coprono sempre tra il 15 e il 25% delle masse in portafoglio.

In termini generali privilegiamo investire su banche difensive. Al momento le tre posizioni principali sono Nordea, Bank of America e Ubs.

Quali sono state le principali variazioni di portafoglio negli ultimi due anni?

Abbiamo concepito i portafogli pensando a una situazione a volatilità crescente: questo ha determinato una drastica riduzione del budget legato al rischio e una aumentata selettività riguardo alle emissioni. 

Più in dettaglio, per tutelarci dal rischio Brexit abbiamo azzerato la nostra esposizione in sterline e, più di recente, abbiamo ridotto il debito denominato in dollari, a causa dei costi di copertura.

Abbiamo in compenso aumentato la nostra esposizione finanziaria e i nostri investimenti in Spagna, dato l'ambiente economico incoraggiante.

Nell'approcciare questa asset class quali sono le tre notizie recenti che un investitore italiano deve considerare?

Le politiche commerciali dirompenti messe in campo dagli Stati Uniti, l'innalzamento dei tassi americani e il rafforzamento del dollaro e la volatilità trainata dalle politiche populiste diffuse ormai in tutto il mondo: da Donald Trump negli Usa al Governo M5S/Lega Nord, da Erdogan in Turchia a Duterte nelle Filippine. Fino ora all'elezione di ieri di Bolsonaro in Brasile.

Chi è il cliente ideale di questo fondo?

Un  investitore in cerca di diversificazione, che ricerca un rendimento per la liquidità posteggiata, o un risparmiatore che desidera ridurre la duration. 

Un fondo come questo offre anche protezione al rialzo dei tassi, poiché le obbligazioni con scadenza inferiore ai cinque anni sono meno sensibili agli aumenti dei tassi di interesse rispetto ai bond a lungo termine.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.