Mossa (Banca Generali): i temi Esg devono sposare la produttività. Così si cambia davvero il mondo - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Mossa (Banca Generali): i temi Esg devono sposare la produttività. Così si cambia davvero il mondo

Mossa (Banca Generali): i temi Esg devono sposare la produttività. Così si cambia davvero il mondo

La maggior sensibilità delle nuove generazioni verso le tematiche sociali Esg è nota ed evidente. Quello che colpisce è cosa sono disposti a mettere in gioco per difenderle: nel comparto degli investimenti finanziari accettano persino di rinuciare ad un miglior rendimento”.

Gian Maria Mossa, amministratore delegato di Banca Generali, si è espresso così durante una conferenza al Salone dello Sri in corso oggi a Milano, presentando una ricerca svolta dalla sua società insieme allo Sda Bocconi, dedicata alla forza del tema Esg presso i millenial.

A un gruppo di studenti dell’ultimo anno della laurea specialistica in Finanza dell’ateneo (e che quindi, oltre che clienti, potranno verosimilmente diventare operatori dell’industria) è stato chiesto di indicare le proprie preferenze tra due fondi di investimento, prima mostrando loro semplicemente i rendimenti prospettati e, solo in un secondo tempo, rivelando le caratteristiche Esg di una delle due strategie.

In tutti e tre casi proposti (sia con entrambi i rendimenti al 3%, sia col primo al 5 e il secondo al 3%, sia persino col primo al 7 e il secondo al 3%) il 20% in più degli studenti ha scelto di spostare i propri investimenti dal fondo non Esg a quello attento alle tematiche sociali, indipendentemente dai rendimenti.

“Il tema a questo punto” ha ripreso Mossa “è capire quanto questa generazione sarà disponibile a rinunciare alla liquidità, caratteristica imprescindibile per le società quotate in cui investono i fondi”.

“Oggi il brand Esg è innanzitutto un argomento commerciale. Io, per la società che guido, voglio invece che faccia parte della cultura aziendale

“Perchè questo sia possibile, perchè queste idee riescano ad avere una ricaduta a terra, è fondamentale che le realtà come Banca Generali, oltre a essere attente ai temi Esg, siano in grado di trasformarlo in attività economica”.

“L’obiettivo non è meramente vendere fondi Esg, in una cieca logica di prodotto” ha proseguito Mossa, “ma trasformare il dna delle aziende, a partire dal cda”.

“Per noi sostenibilità significa avere innanzitutto uno scopo superiore rispetto ai semplici risultati contabili, così da irrobustire l’identità aziendale e, oltre a questo, puntare a essere competitivi e rivolti alla crescita; perchè solo se cresci, in modo sano, fai del bene alla società in cui vivi; solo se si riportano queste tematiche alla produttività si riesce a operare un cambiamento reale”.

“Per questo, ora che il mio mandato è stato rinnovato per un altro triennio, ho scelto di mettere in campo un progetto, un approccio commerciale che non parta dai prodotti ma dalle tematiche. Perchè un buon consulente finanziario deve saper ascoltare il cliente e, sempre, deve partire dai rischi e dalle paure dell’interlocutore. Parlare in modo diverso alla clientela, ma in modo diverso davvero, è la nostra via per divenire sostenibili”.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.