L'angolo del consulente - i quattro fattori chiave per capire dove andrà il mercato - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

L'angolo del consulente - i quattro fattori chiave per capire dove andrà il mercato

L'angolo del consulente - i quattro fattori chiave per capire dove andrà il mercato

Spesso i clienti si stupiscono vedendo i mercati andare bene in situazioni economiche molto negative, o viceversa andare male in un contesto molto favorevole. Verrebbe, infatti, spontaneo pensare che le aziende situate in un Paese dove regna il benessere vedano le proprie azioni volare, invece non sempre è così. Da cosa dipende quindi l'andamento della Borsa di un Paese o dei mercati in generale?

Direi da quattro fattori principali, che spesso però si mescolano:

1) la situazione economica. In assenza di altre problematiche, se l'economia di un Paese è in espansione, l'azionario sale, cioè se i "fondamentali" sono positivi

2) tensioni politiche. Basta pensare a quello che è successo l'anno scorso, in successione: la Corea, la guerra dei dazi e la situazione creatasi in Italia dopo le elezioni, tutti fattori negativi e destabilizzanti, che hanno causato forti tensioni sui mercati

3) i cigni neri, cioè eventi esogeni al sistema economico, ma in grado di produrre un impatto molto pesante sui mercati, un esempio per tutti: le Torri Gemelle. Chi può prevedere un attentato?

4) questo è una novità: il comportamento delle banche centrali, che con le loro politiche hanno il potere di influenzare in modo determinante i mercati

L'interazione tra tutti questi fattori è il mix che muove l'azionario in una direzione o nell'altra e il potere della "parola", cioè della politica, è tale che basta un'affermazione di un'autorità politica per spingere le borse da una parte o dall'altra in modo spesso violento.

Un esempio lampante del potere della parola l'abbiamo avuto la settimana scorsa: l'anno era cominciato malissimo - sulla scia di una fine anno molto pesante contrariamente ad ogni consuetudine - quando le rassicurazioni del presidente della Fed sulla tempistica soft del rialzo dei tassi e i passi intrapresi dalla autorità cinesi per rendere effettiva la tregua commerciale con gli Stati Uniti hanno dato il via ad un bel rialzo, uno su tutti il +4 in una sola seduta del Nasdaq.

----------------------------------------------------------------------------------

Anna Baldassarri è European Financial Advisor.

Le analisi qui pubblicate sono rivolte esclusivamente a investitori istituzionali e operatori qualificati, così come definiti nell'art. 31 del Regolamento Consob n° 11.522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni.

Il commento qui pubblicato non implica responsabilità alcuna per i soggetti coinvolti e per Citywire Financial Publishers Ltd., che non svolge alcuna attività di trading e pubblica tali indicazioni a scopo puramente informativo. In tal senso, si prega di fare riferimento alle condizioni e ai termini di utilizzo del sito.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.