Il punto dei professionisti - Quali strategie per un passaggio generazionale efficiente? - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Il punto dei professionisti - Quali strategie per un passaggio generazionale efficiente?

Il punto dei professionisti - Quali strategie per un passaggio generazionale efficiente?

Luca Napoli (in foto) di SCM Sim a Milano spiega il suo approccio al passaggio generazionale e le criticità che incontra con i clienti.

_ _ _

Il passaggio generazionale è una fase critica sia che si tratti della piccola azienda a conduzione familiare sia che riguardi una holding internazionale di partecipazioni.

L’imprenditore italiano, nella maggioranza dei casi, è poi un individuo poco abituato a scindere il destino del patrimonio personale da quello aziendale ed ancor meno sensibile a mappare in modo dettagliato e consapevole  tutti i rischi inerenti il suo patrimonio con le relative conseguenze.

Non esistono strategie comuni e valide per tutti i casi. Nella mia personale esperienza incontro individui che al passaggio generazionale non pensano proprio ed altri che viceversa sono molto ingaggiati sugli aspetti “intangibles” del proprio patrimonio e proprio per questo con un diverso grado di attenzione e di priorità. 

Come ho accennato prima, personalmente faccio fatica ad affiancare il mio interlocutore sul tema del passaggio generazionale se con lui non ho intrapreso prima un percorso di mappatura dei principali rischi patrimoniali che lo riguardano. Penso che questo approccio profondamente valoriale teso alla tutela patrimoniale rappresenti il futuro dell’attività del consulente finanziario e se viene proposto da una controparte priva di conflitti d’interesse, sia decisamente più efficace oltre che credibile.

Proteggere il patrimonio in una fase di cambiamento non è sempre possibile poiché spesso il ruolo ed il talento di chi ha amministrato creando valore non è replicabile, anche in capo alla stessa famiglia. Tuttavia esistono strumenti ad hoc per coprire il ruolo chiave dell’imprenditore ed altri che ne soddisfino altre esigenze, che come ripeto occorre far emergere in un percorso analitico e condiviso che chiaramente impatta su aspetti non banali, spesso latenti, ma non chiaramente espressi.

Orientare il cliente verso un trust o verso la costituzione di una società o di altra struttura giuridica rientra nella fase operativa del processo, che coinvolge necessariamente altri specialisti. Di certo, e questo è innegabile, le imposte di successione fanno dell’Italia una vero e proprio paradiso fiscale, per cui viviamo probabilmente frangenti unici ed irripetibili per fare un ottimo servizio di pianificazione successoria.

 

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.