Gli istituzionali guardano sempre di più agli investimenti alternativi - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Gli istituzionali guardano sempre di più agli investimenti alternativi

Gli istituzionali guardano sempre di più agli investimenti alternativi

Tutti gli investitori istituzionali stanno alzando il livello di attenzione verso
gli investimenti alternativi, spinti dalle borse volatili e dal basso livello dei tassi d’interesse. Il tema è emerso durante il convegno organizzato a Roma da Cfa Society Italy, rappresentanza italiana di Cfa Institute, il più grande network di analisti finanziari al mondo.

Gli investimenti alternativi, scrive MF-Milano Finanza, sono arrivati a rappresentare per esempio il 9% del patrimonio di Enpap (l’ente degli psicologi), mentre Laborfond, che raccoglie i lavoratori dipendenti del Trentino-Alto Adige, è stato il primo fondo pensione negoziale ad aver inserito una componente alternativa nel portafoglio della linea bilanciata (pari al 10%) selezionando direttamente fondi domestici e globali, con l’obiettivo di combinare il supporto all’economia locale con la diversificazione internazionale.

Nel corso del 2018 la Fondazione Enasarco ha poi investito complessivamente 800 milioni in strategie sia tradizionali sia alternative. L'ultima operazione rilevante riguarda il fondo pensione Enel, che ha deciso di investire 110 milioni di euro in private equity.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.