Fintech, nasce Euclidea Sim. “Gestioni patrimoniali e clientela retail, un connubio possibile” - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Fintech, nasce Euclidea Sim. “Gestioni patrimoniali e clientela retail, un connubio possibile”

Da Eurizon e Fideuram Sgr alla start-up del Fintech. Dalla fund selection per i clienti istituzionali e per le reti di consulenza di fascia alta del gruppo Intesa Sanpaolo, alla "democratizzazione" delle gestioni patrimoniali tramite l'apertura alla clientela retail resa possibile dalla tecnologia.

È il tragitto professionale compiuto da Mario Bortoli, fondatore e amministratore delegato di Euclidea Sim, ex capo delle gestioni multimanager di Fideuram Sgr e, prima ancora, direttore generale e CIO di Eurizon Alternative Investments.

"Euclidea è una nuova società di gestione che si occuperà dell'offerta tramite internet di gestioni patrimoniali, una cosa nuova per l'Italia", spiega Bortoli in esclusiva a Citywire.

"Ci proponiamo ai clienti retail, alle persone fisiche interessate a dedicare i propri risparmi agli investimenti nei mercati finanziari".

Qual è l'investimento minimo? "Diecimila euro", illustra Bortoli. "La gestione patrimoniale normalmente è un prodotto riservato solo alla clientela di fascia alta, con minimi di investimento molto alti, ma noi grazie alla tecnologia riusciamo ad abbassare in maniera molto forte questo minimo, offrendo un vantaggio economico significativo".

Il servizio di Euclidea è ancora in una fase beta di sperimentazione iniziale, e la società, che ha ricevuto da pochi giorni l'autorizzazione all’esercizio del servizio di investimento da parte della Consob, punta a renderlo effettivo da inizio 2017.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.