Da oggi i cf potranno chiudere i contratti con la video firma e la video identificazione - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Da oggi i cf potranno chiudere i contratti con la video firma e la video identificazione

Con il provvedimento 30 luglio 2019, pubblicato in Gazzetta il 13 Agosto, Banca d’Italia ha introdotto novità rilevanti in materia di adeguata verifica della clientela. Ecco tutte le novità.

0 Comments
Da oggi i cf potranno chiudere i contratti con la video firma e la video identificazione

Con il provvedimento 30 luglio 2019, pubblicato in Gazzetta il 13 Agosto, Banca d’Italia ha introdotto novità rilevanti in materia di adeguata verifica della clientela, sancendo che gli intermediari finanziari possono procedere in sicurezza all’identificazione e alla verifica del cliente attraverso sessioni audio/video protette dalla cifratura dei canali.

Si elimina dunque il bisogno di avvalersi anche dell’adeguata verifica tramite terzi, normalmente effettuata tramite bonifico bancario.

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 189 del 13 agosto 2019, il provvedimento 30 luglio 2019 della Banca d’Italia recante “Disposizioni in materia di adeguata verifica della clientela per il contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo” dà attuazione alle previsioni in materia di adeguata verifica della clientela (recepimento della direttiva (UE) n. 2015/849 cd. quarta direttiva antiriciclaggio). Le disposizioni entreranno in vigore solo il 28 agosto, e già oggi Vis-à-Bit è in grado di offrire servizi in completa compliance.

Come anticipato, le nuove disposizioni prevedono che l’identificazione a distanza del cliente possa essere effettuata in digitale secondo una procedura audio/video svolta attraverso un sistema che garantisca “la cifratura del canale di comunicazione”, “l’utilizzo di applicativi orientati all’usabilità e all’accessibilità da parte del cliente”, ed una qualità audio e video sufficiente a identificare chiaramente l’interlocutore. L’intera sessione audio/video deve essere registrata e opportunamente conservata, previo consenso del cliente al trattamento dei dati personali. La normativa inoltre descrive tutte le attività che l’operatore deve svolgere per una corretta procedura di identificazione la quale deve essere formalizzata e messa per iscritto dal destinatario della normativa. Oltre alle fasi di raccolta dei dati e verifica dei documenti e all’acquisizione del consenso del cliente ai la procedura include l’invio di un codice di conferma (OTP) via e-mail o telefono cellulare.

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

LE NOTIZIE PIÚ LETTE