Creval, accordo coi sindacati: fondo esuberi per 170 dipendenti - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Creval, accordo coi sindacati: fondo esuberi per 170 dipendenti

Creval, accordo coi sindacati: fondo esuberi per 170 dipendenti

Il Creval trova l’accordo coi sindacati che prevede l’accesso al fondo esuberi per almeno 170 dipendenti, a fronte di una dichiarazione iniziale di 400 eccedenze, oltre a circa 19 mila giornate annue, per due anni, di solidarietà non retribuita e altre misure di riduzione dei costi accessori - contributo cassa mutua, buoni pasto, rimborsi chilometrici - sia strutturali che temporanee.

Disciplinato, informa una nota di First-Cisl, anche l’accorpamento del Credito Siciliano nel Credito Valtellinese, uniformando i trattamenti economici e normativi dei dipendenti. In caso di andamento positivo del gruppo, è prevista la stabilizzazione degli attuali precari e l'assunzione di nuove risorse per un totale di 35 persone, scrive Milano Finanza.

“Il piano industriale di rilancio del Gruppo Creval, dopo anni di risultati negativi, ha richiesto molto sacrifici agli azionisti, di fatto azzerati dall'aumento di capitale e anche ai dipendenti”, commenta Mauro Fanan, coordinatore nazionale di First Cisl dopo la chiusura degli accordi nella tarda serata di ieri. “Come organizzazioni sindacali abbiamo responsabilmente accettato la sfida del risanamento, ma abbiamo preteso di contenere l'impatto, sia quantitativo che temporale, sulle condizioni di lavoratrici e lavoratori, principale valore della banca se vorrà riconquistare la fiducia del mercato. Il management ora faccia il suo dovere e guidi l'azienda ai necessari risultati positivi, che i dipendenti e gli investitori si aspettano”, conclude Fanan.

“Le misure di contenimento dei costi, sebbene prevalentemente temporanee, non sono irrilevanti - dichiara Felice Sirtori, segretario della First Cisl del Gruppo Creval - e ricadranno su tutti i dipendenti. Relativamente alla riorganizzazione del gruppo, in primis per la chiusura degli sportelli, vigileremo sul manifestarsi di situazioni di difficoltà, ad esempio in merito ai trasferimenti che si renderanno necessari. Soddisfazione invece desta il fatto di essere comunque riusciti a cogliere la non facile possibilità di nuova, seppur non numerosa, stabile occupazione”.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.