Consob recepisce i requisiti di adeguatezza Mifid 2 - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Consob recepisce i requisiti di adeguatezza Mifid 2

Consob recepisce i requisiti di adeguatezza Mifid 2

La Consob ha recepito gli Orientamenti divulgati dall'Esma il 6 novembre, relativi ad alcuni aspetti dei requisiti di adeguatezza di cui alla Mifid 2 (Direttiva 2014/65/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, sui mercati degli strumenti finanziari). Lo scrive Giovanni Barbara, partner KStudio associato (Kpmg) su Milano Finanza.

In particolare, gli Orientamenti comportano la disapplicazione di quelli che erano stati precedentemente emanati in materia nel luglio 2012 entro la cornice normativa della Mifid e si riferiscono alla prestazione di servizi e delle attività di investimento di cui alla sezione A dell'allegato I della Mifid 2, ossia ricezione e trasmissione di ordini riguardanti uno o più strumenti finanziari, esecuzione di ordini per conto dei clienti, negoziazione per conto proprio, gestione dei portafogli, consulenza in materia di invesimenti, assunzione a fermo di strumenti finanziari e/o collocamento di strumenti finanziari sulla base di un impegno irrevocabile, collocamento di strumenti finanziari senza impagno irrevocabile, gestione di sistemi multilaterali di negoziazione e gestione di sistemi organizzati di negoziazione.

Gli indirizzi interpretativi dell'autorità europea mirano al rafforzamento della protezione degli investitori e alla garanzia del rispetto delle regole da parte delle imprese di investimento. Da marzo gli intermediari sottoposti alla vigilanza Consob saranno tenuti all’osservanza dei nuovi Orientamenti.

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.