Citywire Community - Lella Russo (Mps): i valori della professionalità - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Citywire Community - Lella Russo (Mps): i valori della professionalità

Il team della responsabile dell’area investment center di Mps è suddiviso in due servizi: uno segue l’asset allocation per portafogli in delega e consigliati, oltre all’attività di advisory, e l’altro si occupa della piattaforma di consulenza avanzata

0 Comments
Citywire Community - Lella Russo (Mps): i valori della professionalità

Armonia, ascolto, curiosità, apertura all’altro sono le fiaccole della vita personale e professionale di Lella Russo, responsabile dell’area investment center di Banca Monte dei Paschi di Siena.

E forse il merito va anche dato alla meditazione e allo yoga. “Dedico sempre uno spazio nella mia giornata a queste due pratiche”, racconta Lella Russo a Citywire Italia, “mi fanno sentire viva e presente, connessa a quello che sto vivendo”.

É il bello, per dirla in una parola, ciò che rende piena la vita di Lella Russo: libri, arte, design, moda, “anche la capacità di riscoprire l’importanza di aspetti considerati ovvi o scontati, come stringersi la mano ed abbracciarsi”. Un’emozione che la pandemia Covid-19 ha reso ancor più rara e preziosa nella sua bellezza.

Ed è lo stesso spirito che Lella Russo porta con sé nel suo lavoro quotidiano, cercando di trasmetterlo e condividerlo con le persone con cui, in presenza o virtualmente, trascorre larga parte delle sue giornate.

Pugliese, milanese di adozione, dopo aver conseguito la laurea in Economia all’Università Cattolica nel 1992, inizia la sua carriera nella finanza in Caboto Sim, per poi passare nel 1994 in Imi Lux e rientrare dopo due anni a Milano in Imi Sigeco, poi divenuta Banca Imi. “Durante questo periodo ho svolto varie mansioni nell’ambito dei mercati obbligazionari, prima come sales, poi come trader e, dopo la nascita di mio figlio nel 2000, come responsabile del team di credit strategy di Banca Imi”.

Dal 2007 al 2018 ha ricoperto il ruolo di responsabile del credit trading in Mps Capital Services, la banca d‘investimento di Mps.

“Avendo ricoperto ruoli diversi nell’ambito delle banche di investimento, ho sentito l’esigenza di ampliare i miei orizzonti verso un panorama più completo e diversificato, come il mondo del wealth management”. E così è stato. Verso la fine del 2018, Lella Russo è approdata al mondo del wealth management prima come responsabile dell’advisory e, dallo scorso anno, come responsabile dell’area investment center che segue tutta l’attività dei portafogli in delega e consigliati, oltre alla piattaforma di investimento per Banca Mps. “La componente di progettualità insita nelle attività che attualmente svolgo rappresenta un ulteriore elemento che rafforza questa scelta”.

Nei primi dieci anni, il principale interesse di Lella Russo è stato osservare e cercare di comprendere i mercati, “un’attività molto complessa, che richiede testa, ma anche sensibilità e pragmatismo. Successivamente, la grande sfida è stata quella di gestire un team diversificato, “affrontando le prime insicurezze e cercando il miglior modo d’interpretare il ruolo di responsabilità che mi era stato affidato”.

“Nella mia esperienza attuale, per la prima volta da quando lavoro, mi sono dovuta confrontare con la rete dei banker Mps, che da entità astratta è divenuta sempre più un gruppo di persone distinte, spesso conosciute individualmente e per le quali cercare di migliorare sempre più il nostro servizio, fino a rappresentare un valore consulenziale distintivo per il cliente finale”.

Apertura verso l’altro, armonia, ascolto, umanità. Concetti che, se declinati in termini di stile professionale, per Lella Russo si possono condensare in una parola: valore.

“Valore del team e dei rapporti interpersonali tra i colleghi. Saper creare un ambiente sereno e improntato al rispetto dei singoli è fondamentale per mantenere elevato l’impegno e per sentirsi tutti parte di un gruppo che funziona solo se lavora in armonia. Mantenere un approccio orientato all’ascolto, di apertura con i colleghi, rappresenta un altro fattore distintivo della mia modalità di interpretare lo stile professionale, ancor più in un mondo sempre interconnesso, come quello attuale”.

E ora che la pandemia ha totalmente rivoluzionato i rapporti umani, sul lavoro e nella vita privata, rendendoli ancora più mediati e filtrati di prima, in un contesto di imprevedibilità sempre in agguato Lella Russo ha fatto tesoro dello spirito che ha sempre permeato la sua vita lavorativa.

“Mai come in questo periodo l’incertezza è un fatto concreto, legata al non poter controllare eventi più grandi di noi: la mancanza di visibilità sul futuro prossimo limita gli orizzonti e rischia di farci contrarre, anche dal punto di vista lavorativo. Mai come in questa fase, tuttavia, con le politiche delle banche centrali che hanno sottratto molto del valore alle asset class considerate a basso rischio, cresce l’importanza della consulenza come fattore imprescindibile per orientarsi nel mondo degli investimenti, oltre che nel mondo della previdenza e del passaggio generazionale”.

Il team di Lella Russo è suddiviso in due servizi: uno segue l’asset allocation per portafogli in delega e consigliati, oltre all’attività di advisory, e l’altro si occupa della piattaforma di consulenza avanzata. “Durante il lockdown circa l’85% dei colleghi della banca era in smart working. Ma, nonostante le restrizioni imposte, dopo pochi mesi di lavoro insieme si è creato un ottimo clima di interazione, uno spazio in cui condividere le vicende quotidiane, le progettualità, le esperienze vissute e spesso anche le emozioni private. Una modalità efficace per acquisire consapevolezza e conoscenze”.

E per Lella Russo non va trascurato un aspetto fondamentale della fase storica che stiamo vivendo: “l’evoluzione dello smart working, con orari sempre più flessibili, il supporto con programmi di mentorship e training mirati sono aspetti che favoriranno il dialogo e l’inclusività”, quindi anche la posizione della donna in un mondo, quello del risparmio gestito, in cui è ancora sottorappresentata. “Servono più inclusione e un approccio costruttivo verso la diversity nel settore, anche se si colgono i primi segnali, in particolare da parte delle nuove generazioni, che stanno cambiando il retaggio di una mentalità che vedeva la donna soltanto all’interno di alcuni ruoli”. 

Il racconto di Lella Russo è una delle storie di copertina del mensile Citywire Italia, qui presentato da Francesco Colamartino

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

LE NOTIZIE PIÚ LETTE