Bnp Paribas lancia nuova offerta di certificati su azioni - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Bnp Paribas lancia nuova offerta di certificati su azioni

Bnp Paribas lancia nuova offerta di certificati su azioni

Bnp Paribas amplia la propria offerta di certificati, lanciando sul mercato per la prima volta una nuova serie di Memory Cash Collect e di Reverse Memory Cash Collect su azioni. Entrambe le emissioni hanno durata biennale e un premio potenziale trimestrale compreso tra l’1,1% e il 2,75% per i Memory e tra l’1,2% e il 2,5% per i Reverse Memory.

I primi hanno come titoli azionari sottostanti BancoBpm, Bper, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca, Unicredit, Deutsche Bank, Commerzbank e Bbva, ma anche Fca, Saipem, Stm Microelectronics e Telecom Italia. I secondi hanno gli stessi titoli, tranne Intesa, Bbva e Commerzbank, ma aggiungono Alibaba

Più nel dettaglio, o Memory Cash Collect consentono di ottenere premi nelle date di valutazione trimestrali anche nel caso in cui l’azione sottostante abbia perso terreno, ma la sua quotazione sia superiore o pari al livello barriera. Inoltre, a partire dal sesto mese di vita del certificate, l’investitore riceverà il capitale investito qualora nelle date di valutazione trimestrali il sottostante quoti a un valore superiore o pari al valore iniziale.

Invece, nel caso in cui il sottostante quoti ad un valore inferiore alla barriera, il certificate continua la sua vita e non paga il premio. Ma con l’effetto memoria, ha sottolineato Bnp Paribas, se alla data di valutazione successiva il sottostante quota a un valore uguale o superiore alla barriera, il certificate paga il premio insieme a tutti quelli non pagati in precedenza.

Quando il certificate giungerà a scadenza, il 24 settembre 2020, si prospettano due possibili scenari. Se il sottostante quota sopra il valore iniziale, il certificate rimborsa il capitale investito più un premio, oltre agli eventuali premi non pagati precedentemente. Se, invece, il sottostante quota sotto il livello barriera, il certificate paga un importo commisurato alla performance negativa del sottostante, con conseguente perdita sul capitale investito.

I Reverse Memory Cash Collect, invece, consentono di ottenere premi nelle date di valutazione trimestrali nel caso in cui l’azione sottostante abbia perso terreno o abbia guadagnato fino al 30% rispetto al valore iniziale. Se la quotazione del sottostante è inferiore o pari al livello barriera – posto al 130% del valore iniziale – il certificate paga il premio. Inoltre, a partire dal sesto mese di vita del certificate, l’investitore riceverà il capitale investito qualora nelle date di valutazione trimestrali il sottostante quoti a un valore inferiore o pari al valore iniziale.

Al contrario, nel caso in cui il sottostante quoti ad un valore superiore al livello barriera, il certificate continua la sua vita e non paga nessun premio. Anche in questo caso, però, l’investitore può godere dell’effetto memoria e quindi, se alla data di valutazione successiva il sottostante quota ad un valore uguale o inferiore alla barriera, il Certificate paga un premio cumulativo che comprende anche i premi non pagati precedentemente.

A scadenza, il 23 ottobre 2020, sono due gli scenari possibili. Se il sottostante quota sotto il livello barriera, il certificate rimborsa il capitale investito più un premio e gli eventuali premi non pagati precedentemente. Se il sottostante quota sopra il livello barriera, il certificate paga un importo commisurato alla performance negativa del sottostante, con conseguente perdita sul capitale investito.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.