Accusato del furto di 585mila euro un ex direttore Carige, ora cf di Banca Mediolanum - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Accusato del furto di 585mila euro un ex direttore Carige, ora cf di Banca Mediolanum

1 Comment
Accusato del furto di 585mila euro un ex direttore Carige, ora cf di Banca Mediolanum

Un nuovo consulente finanziario reclutato lo scorso marzo da Banca Mediolanum rischia di aver portato con sé una dote spinosa.

Durante il suo precedente impiego, da direttore della filiale ligure di Vernazza (Cinque Terre) di Banca Carige, sarebbero infatti scomparsi 585mila euro, per una sospetta anomalia del servizio bancomat, secondo quanto appurato dagli ispettori interni dell'istituto.

Per conseguenza, come riportato da Il Secolo XIX, l'ex direttore G.P. (che si proclama del tutto estraneo ai fatti), offeso per il sospetto di un suo coinvolgimento, avrebbe abbandonato l'incarico ma ora la banca gli chiede il risarcimento dell'ingente somma, presso il Tribunale del Lavoro di Genova. Il prossimo dicembre avrà inizio il processo per 'responsabilità di tipo contrattuale'.

Carige sostiene che il denaro sia stato "sottratto nel corso di 33 aperture del bancomat" avvenute tra il 17 novembre 2016 e l'11 gennaio 2018. "Gli importi, pacificamente sono arrivati alla filiale di Vernazza, e pur risultando dalla movimentazione della 'cassa 40', non sono stati integralmente inseriti nel bancomat né rintracciati in filiale" reciterebbe la citazione.

"Il direttore G.P. non ha in alcun modo contestato, durante l’incontro del 31 gennaio 2018, gli importi ricevuti dalla filiale di Vernazza, né le differenze che risultano inserite nel bancomat, limitandosi ad affermare di non saper dare alcuna spiegazione in merito agli ammanchi" prosegue il documento citato. "In ogni caso gli importi mancanti sono documentati e possono essere confermati da testimoni".

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.