Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.
Nuovo fondo da gestire per la star del long/short di BlackRock

Nuovo fondo da gestire per la star del long/short di BlackRock

David Tovey, portfolio manager dal rating AAA e gestore del migliore comparto alternativo azionario long/short a tre e cinque anni disponibile in Italia, il BSF European Opportunities Extension, si occuperà di un altro fondo della stessa asset class.

Fondi & Gestori

Tutte le stime sono espresse in dollari, salvo diverse indicazioni
su un periodo di :
Mostra più gestori
La performance è relativa al periodo indicato (da fine mese a fine mese, bid/bid, reddito lordo reinvestito, calcolato in EUR). Alcune delle informazioni contenute in questa tabella sono state prodotte da Citywire Financial Publishers Ltd tramite dati forniti da Lipper, società appartenente al gruppo Reuters.

Citywire Top 3 – Azionario long/short, i gestori meno volatili a tre anni

DISCOVERY: Nei primi tre trimestri questi fondi hanno attirato 1,16 miliardi solo in Italia. Vi presentiamo i gestori con il migliore rapporto rendimento/max drawdown.

Citywire ratings, chi sono i gestori tornati alla tripla A a luglio

Sono cinque in totale i fondi gestiti dai portfolio manager tornati al massimo rating conferito da Citywire. Nella classifica anche un paio di volti noti dell’industria.

Anche Schroders si butta sul mercato dei Pir con un fondo azionario

Si tratta del comparto Schroder ISF Italian Equity gestito da Hannah Piper e Nicholette MacDonald-Brown.

Citywire Ratings, chi sono i gestori tripla A di giugno

I due fund manager dalle migliori performance tra quanti hanno guadagnato il massimo rating per la prima volta hanno in comune la gestione di fondi Azionario Asia Pacifico escluso Giappone.

Rosati (Zenit): “Polemiche sterili quelle sui benefici fiscali dei Pir”

Secondo il numero uno della società di gestione del risparmio, i prodotti finanziari del momento offrono significati stimoli di natura fiscale. Restano, comunque, un “canale indiretto” di sostegno all’economia reale.