UniCredit ha ufficializzato presso il Tribunale di Milano un atto di citazione contro contro Caius Capital e i fondi Caius.

La banca guidata da Jean Pierre Mustier (in foto) ha chiesto il risarcimento di danni per circa 90 milioni di euro in conseguenza delle iniziative assunte nel corso degli ultimi mesi da Caius Capital e dai fondi sul tema dei cashes. UniCredit aveva parlato di abusi di mercato.

L'iniziativa è successiva alla decisione dell'Autorità Bancaria Europea (Eba) che a metà luglio aveva deciso di non aprire un'indagine sulla base della richiesta presentata da Caius Capital e di confermare la posizione del 2012 riguardo al trattamento dei cashes.

Una decisione che aveva confermato quanto dichiarato dalla banca di piazza Gae Aulenti in precedenza, ovvero che il trattamento dei cashes è stato esaminato e confermato da tutte le autorità competenti e che le azioni ordinarie di UniCredit devono essere computate come CET1.