Un private banker di Euromobiliare è accusato di aver preso i soldi dei clienti - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Un private banker di Euromobiliare è accusato di aver preso i soldi dei clienti

Un private banker di Euromobiliare è accusato di aver preso i soldi dei clienti

Le parti coinvolte sono addirittura ottanta. Le somme delle quali è contestato il furto arriva a quasi 20 milioni di euro.

Arriva davanti al giudice l'inchiesta che ha portato sul banco degli imputati il 39enne promotore finanziario Luigi Capasso, per oltre dieci anni in servizio per Banca Euromobiliare, gruppo Credem, e adesso accusato di essersi impossessato di una enorme quantità di denaro.

Come scrive Repubblica Napoli, l'udienza preliminare è stata rinviata per un difetto di notifica. Ma dopo un primo rinvio a giudizio, riguardante un episodio più circoscritto circa l'utilizzo ritenuto indebito di bancomat ricevuti da clienti, adesso Capasso rischia il processo per importi ben più rilevanti.

Il capitolo centrale dell'accusa prospettata dalla Procura riguarda infatti la sottrazione non autorizzata di denaro dai conti dei clienti che sarebbe avvenuta con diverse modalità: prelievi allo sportello, emissione di assegni circolari solo apparentemente richiesti dai titolari, disposizioni di addebito eseguite anche in via telematica per un totale di oltre 18 milioni e mezzo.

Altri capi l'imputazione riguardano altre somme più limitate che sarebbero state sottratte ai clienti. L'avvocato Achille Formoso, legale di Capasso, sottolinea: "Abbiamo presentato una querela per spiegare che il mio assistito non ha intascato un euro per sé. Se distrazione di somme c'è stata, è avvenuta solo per compensare le perdite di altri clienti".

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.