Tegola sulle Poste. Collocati fondi immobiliari ad alto rischio - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Tegola sulle Poste. Collocati fondi immobiliari ad alto rischio

2 Commenti
Tegola sulle Poste. Collocati fondi immobiliari ad alto rischio

Tra il 2002 e il 2005 Poste Italiane avrebbe collocato presso i risparmiatori quote di quattro fondi immobiliari ad alto rischio di investimento: Invest Real Security, Obelisco, Europa Immobiliare 1 e Alpha.

Lo racconta un'inchiesta di Repubblica, che riporta come le Poste a guida dell’ex ad Massimo Sarmi abbiano venduto nei loro 13mila uffici le quote dei quattro fondi citati, che “avevano in comune due cose: il prezzo, di 2.500 euro l'una (un taglio non elevato e per questo accessibile a molti portafogli) e l'alta rischiosità dell'investimento”.

Repubblica precisa che i termini dell’investimento erano ben spiegati nei prospetti informativi dei fondi. Ciò non toglie che, complici la crisi del settore e il crollo dei prezzi degli immobili, questi abbiano quasi sempre chiuso l’anno con perdite: gli 850 milioni di euro raccolti e suddivisi in oltre 340mila quote “sono quasi evaporati”, racconta il quotidiano prendendo in esame i numeri della liquidazione del fondo Invest Real Security.

Il comparto, scaduto il 31 dicembre 2016, ha chiuso i battenti dopo una proroga che ne ha prolungato la durata per tre anni, ma che non è stata sufficiente a rimettere in sesto la gestione. Come si legge nel rendiconto del fondo, “verrà effettuato un primo rimborso ad oggi stimato di 390 euro per quota entro il 31 marzo 2017”, mentre “il rimborso finale complessivo – che comunque avrà ad oggetto importi residuali – sarà determinato solo con la liquidazione del fondo”, che in 13 anni ha distribuito solo 658 euro per quota. Difficile che il rimborso finale riesca a far rientrare gli investitori dei 2.500 euro spesi illo tempore per acquistare una quota del fondo.

Come riporta Repubblica, ora Poste starebbe valutando la possibilità di un risarcimento, in accordo con i sottoscrittori dei quattro fondi. Ma alla luce della rischiosità dei prodotti, poco liquidi e con maturità di investimento medio-lunga, rimangono dubbi sulla bontà dell’attività di vigilanza di Banca d'Italia e Consob, che dovrebbe tutelare proprio la clientela retail a basso rischio a cui i prodotti sono stati venduti.

“L'affare”, osserva l’inchiesta, “lo hanno fatto i compratori finali degli immobili, chi nel 2003 li ha venduti ai fondi e le società che li hanno gestiti. Nonostante le perdite dei sottoscrittori le Sgr hanno continuato a incassare ogni anno commissioni che variano tra lo 0,8 e l'1,8% del valore del fondo”.

Nello specifico, si tratta di Investire Sgr, società del gruppo Finnat che ha gestito l'Invest Real Security e il fondo Obelisco. Vegagest Sgr ha seguito il fondo Europa Immobiliare 1, mentre Fimit Sgr, controllata dal gruppo De Agostini (64%) e dall'Inps (29,7%), è responsabile per la gestione del fondo Alpha.



 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.