Solo il quantitative easing può ridare credibilità alla Bce (e all'Europa) - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Solo il quantitative easing può ridare credibilità alla Bce (e all'Europa)

Solo il quantitative easing può ridare credibilità alla Bce (e all'Europa)

La Banca Centrale Europea guidata da Mario Draghi dovrà intraprendere la strada del quantative easing prima di quanto stimato dal consenso, se vuole riacquistare credibilità e agevolare un percorso di crescita in Europa, riattivando il meccanismo del credito alle imprese.

Si può riassumere così il pensiero di Jack McIntyre (nella foto), gestore di Legg Mason Brandywine dal rating Citywire AAA, per cui è a capo di tre fondi obbligazionari globali, tra cui il Legg Mason Brandywine Global Fixed Income, disponibile in Italia.

McIntyre si aspetta importanti novità da parte della Bce all’inizio del 2015, sottolineando come la ripresa in Europa debba passare necessariamente da “un indebolimento dell’euro”.

L’esempio migliore è rappresentato dalla Banca centrale del Giappone, che ha indebolito lo yen. Grazie a questa mossa, “il rendimento dei titoli giapponesi ha superato quello dei Bund”, osserva il gestore.

“Draghi e il suo predecessore hanno commesso alcuni errori”, ha detto McIntyre riferendosi alla politica monetaria restrittiva praticata tra il 2008 e il 2011 dall’allora presidente Trichet e ripresa da Mario Draghi.  

“L’Europa non ha più molte leve per far ripartire la zona euro, e Draghi sta facendo eccessivo affidamento sulla politica monetaria”. McIntyre sottolinea poi l’importanza del credito: “Le banche devono ricominciare a prestare denaro, non esistono molte alternative”.

McIntyre fa notare che c’è anche un tema di credibilità legato alla Bce: “dopo le ultime mosse di Draghi, il QE è diventato anche una questione di credibilità. Se funzionerà o meno, questo è un altro discorso”.

Prima di fare ulteriori passi verso un allentamento monetario, il gestore crede la Bce aspetti di vedere i risultati dell’immissione di liquidità nel sistema attraverso il programma di TLTRO. “Dopodiché si passerà all’acquisto massiccio di titoli di stato”, scommette McIntyre.

C'è valore negli emergenti

“Ma non possiamo affidarci esclusivamente alle previsioni delle banche centrali”, afferma il gestore, che nel 2015 continuerà infatti a scommettere sui mercati obbligazionari emergenti.

Una parte dei capitali investiti in buoni del tesoro Usa potrebbe fuoriuscire per dirigersi verso Brasile, Sudafrica, Messico, Indonesia e India, “perché le valute e i mercati obbligazioni in quei paesi hanno ancora valori attraenti”, spiega McIntryre.

Il team Legg Mason storicamente preferisce investire in paesi fuori dagli indici obbligazionari.

“Gli indici internazionali sono tarati sulle principali banche centrali: Usa, Europa e Giappone, e questo aggiunge un livello di rischio alla gestione del portafoglio”, conclude McIntyre.

Performance del fondo

Il fondo Legg Mason Brandywine Global Fixed Income è cresciuto dell'8,47% nei tre anni alla fine di novembre 2014. Questo a fronte di una perdita dell’1,4% per l'indice assegnato da Citywire, il Citi WGBI TR USD (dati espressi in dollari).

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Gestori

Jack P. McIntyre
Jack P. McIntyre
12/101 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 11,28%
Eventi
  • Citywire Venice 2017

    Citywire Venice 2017

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

    Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

  • Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

    Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

  • Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

    Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

  • Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

    Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

  • Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

    Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

  • Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

    Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

  • Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

    Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

  • Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

    Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

  • Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

    Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

  • Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

    Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

  • BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016

    BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016