Sindacati preoccupati: con la MiFID2 tanti cf di Poste potrebbero smettere di lavorare - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Sindacati preoccupati: con la MiFID2 tanti cf di Poste potrebbero smettere di lavorare

Sindacati preoccupati: con la MiFID2 tanti cf di Poste potrebbero smettere di lavorare

I sindacati stanno già correndo ai ripari. La MiFID2 impone un elevato livello di competenza per la vendita di prodotti finanziari, così potrebbe succedere che diversi ex postini, ora riconvertiti alla vendita di strumenti finanziari, potrebbe dover smettere di lavorare. 

Così tutte le maggiori sigle sindacali rappresentative dei dipendenti di Poste Italiane hannochiesto un incontro per risolvere la situazione.

La questione sul piatto riguarda la rete di consulenti finanziari di Poste Italiane che, in vista dell’arrivo della direttiva europea MiFID2 , da gennaio dovrà subire di sicuro qualche cambiamento.

Nello specifico, esiste la possibilità che una parte del personale addetto alla vendita di prodotti finanziari e alla consulenza sugli investimenti non continui a svolgere queste funzioni se non è in possesso di una laurea o di un diploma di scuola superiore.

Chi ha soltanto la licenza media dovrà infatti avere alle spalle almeno 10 anni di esperienza in materia di vendita di prodotti finanziari, in modo rispettare le prescrizioni della Mifid (che impongono la presenza negli uffici di personale qualificato che offre consulenza sugli investimenti, una professione non proprio alla portata di tutti).

Per questo, le maggiori sigle sindacali dell’azienda, (Slc Cgil, Uil Poste e Slp Cisl più altre organizzazioni autonome) hanno chiesto di incontrare i vertici della società per un chiarimento.

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.