Sentiment degli investitori italiani in calo a dicembre. Effetto referendum? - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Sentiment degli investitori italiani in calo a dicembre. Effetto referendum?

Sentiment degli investitori italiani in calo a dicembre. Effetto referendum?

Gli investitori professionali italiani certificati CFA rimangono positivi sulle prospettive dell’economia domestica pur evidenziando qualche riserva: il “Sentiment Index” registra un valore pari a 6,3, comunque in calo di dieci punti rispetto alla rilevazione di novembre.

Nel dettaglio delle principali asset class, i tassi di interesse sono previsti in ascesa nelle principali regioni, prevalentemente a seguito delle attese di incremento dell’inflazione.

Si confermano le attese positive sui mercati azionari, in particolare quello USA, mentre il dollaro USA dovrebbe continuare ad apprezzarsi contro euro dagli attuali livelli.

Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione con Il Sole 24 Ore Radiocor presso i suoi soci tra il 21 novembre ed il 2 dicembre 2016, hanno partecipato 63 intervistati.

Di seguito il commento del mese di Matteo Cassiani, CFA Past President CFA Society Italy e attualmente a capo del portfolio management per Banca Popolare di Vicenza.

"In termini di aspettative sui prossimi sei mesi, quasi il 50% degli intervistati prevede che non vi saranno variazioni di rilievo per l’economia domestica anche se la percentuale di coloro che si attendono un miglioramento, pari al 28,6% del totale, diminuisce di circa 4 punti.

Il 22,2% dei professionisti stima invece un peggioramento delle condizioni macroeconomiche: di conseguenza la differenza tra coloro che risultano ottimisti sulle prospettive dell’economia italiana, rispetto ai pessimisti, è positiva e pari a 6,3. Il valore, che rappresenta il “CFA Italy Radiocor Sentiment Index” per il mese di dicembre 2016, risulta comunque in calo di 10 punti rispetto al mese passato.

I partecipanti vedono una sostanziale stabilità delle condizioni economiche nell’Area Euro, mentre prevedono un ulteriore miglioramento dell’economia USA. L’inflazione è vista in crescita in Europa ed in deciso aumento negli Stati Uniti. Di conseguenza, gli operatori finanziari si attendono un incremento dei tassi di interesse, sia sulle scadenze brevi che su quelle a più lungo termine. Sui mercati azionari, sono previsti rialzi dagli attuali livelli per i listini, sebbene con minor ottimismo rispetto alla rilevazione precedente per le borse europee.

Sulle valute permane l’attesa per un ulteriore apprezzamento del dollaro USA contro l’Euro mentre anche sul petrolio potrebbe continuare l’aumento dei prezzi, sui prossimi sei mesi, rispetto alle quotazioni attuali.


Il sondaggio di CFA Italy è svolto in collaborazione con Il Sole 24 Ore Radiocor, su base mensile, tra i circa 400 soci dell’Associazione, tutti professionisti operanti nel settore finanziario italiano. Agli intervistati viene richiesto di esprimere le proprie aspettative sulle condizioni economiche e sulle principali variabili finanziarie di Italia, Eurozona ed USA, così come sui tassi di cambio dell’Euro e sul prezzo del petrolio.

Il “CFA Italy Sentiment Index” è l’indicatore che riflette la differenza tra la percentuale di intervistati che sono ottimisti sulle prospettive economiche del Paese nei prossimi sei mesi, rispetto alla percentuale di coloro che sono pessimisti.

Esempio di calcolo: se il 30% dei partecipanti al sondaggio si attende un miglioramento della situazione economica italiana nei prossimi sei mesi, il 50% non prevede alcuna variazione ed il 20% si attende un peggioramento della situazione economica, il “CFA Italy Sentiment Index” assumerà un valore di +10. Quindi, un numero positivo significa che la proporzione degli ottimisti è maggiore rispetto a quella dei pessimisti e viceversa.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.
Eventi
  • Citywire Venice 2017

    Citywire Venice 2017

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

    Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

  • Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

    Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

  • Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

    Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

  • Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

    Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

  • Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

    Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

  • Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

    Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

  • Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

    Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

  • Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

    Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

  • Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

    Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

  • Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

    Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

  • BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016

    BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016