Schema Ponzi da 2 milioni di euro, indagato un finto cf di Termoli - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Schema Ponzi da 2 milioni di euro, indagato un finto cf di Termoli

Schema Ponzi da 2 milioni di euro, indagato un finto cf di Termoli

Uno schema Ponzi da almeno 2 milioni di euro. È quello che avrebbe messo in piedi un consulente finanziario abusivo di Termoli per dirottare i risparmi dei clienti sui propri conti. La Procura di Larino ha aperto un’inchiesta per scoprire le responsabilità di un 39enne broker accusato dai suoi ex clienti di truffa, appropriazione indebita, falso e altri reati finanziari. La vicenda era emersa oltre un mese fa, quando l’avvocato Andrea Cianciosi si era presentato in Tribunale con le denunce di ben sei clienti. Secondo quanto riporta la stampa locale, Giancarlo Coscia sarebbe riuscito a truffare i suoi clienti con la nota catena finanziaria che permette ai primi coinvolti nel giro di ottenere alti ritorni a breve termine, ma che richiede continuamente nuove vittime, disposte a pagare le quote per partecipare a un sistema che gioca su guadagni di pochi e perdite di molti, spesso ingentissime.

Secondo primonumero.it, fra le società utilizzate da Coscia per investire il denaro dei suoi clienti ci sarebbe anche il nome della Afx Capital Market di Cipro, una società già finita nel mirino della Consob e della magistratura italiana.

L’indagine condotta dalla pm Anna Meo è stata affidata alla compagnia termolese della Guardia di Finanza. In realtà le Fiamme Gialle stanno indagando da tempo sui presunti reati finanziari commessi dal 39enne, sulle cui spalle pendono diverse denunce.

Il trader, non iscritto all’Albo dei cf, avrebbe fatto investire ai suoi clienti somme per centinaia di migliaia di euro rassicurandoli con finti report per poi appropriarsi di tutti i soldi gestendo i profili on line sui fondi di investimento e spostandoli su società di intermediazione immobiliare. Una presunta truffa per 2 milioni di euro, che tuttavia sulla base di riscontri finanziari sembra essere solo la punta dell’iceberg.

Di recente, inoltre, uno degli ex clienti del presunto trader è a sua volta andato dalla Finanza per denunciare la sottrazione di qualcosa come 200mila euro dal proprio conto, e riferendo di fatti molto simili a quelli già raccontati da altre presunte vittime. Le Fiamme Gialle stanno tentando di mettere insieme tutti gli elementi di una vicenda ingarbugliata che gravita attorno a milioni di euro “spariti” e nomi di spicco che si perdono nella miriade di società di investimento coinvolte.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.