Regolamenti, successioni, tecnologie e Brexit secondo gli advisor britannici - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Regolamenti, successioni, tecnologie e Brexit secondo gli advisor britannici

Regolamenti, successioni, tecnologie e Brexit secondo gli advisor britannici

Regolamenti, successioni patrimoniali, rivoluzione tecnologica e Brexit. Sono questi i temi riguardo ai quali si sono espressi i 121 advisor britannici coinvolti nel nostro Citywire New Model Adviser Retreat

Preoccupazioni da Brexit
Non potevamo ospitare un evento nel Regno Unito senza menzionare Brexit. Il premier Theresa May ha dichiarato, in una frase ormai famosa, che "nessun accordo sarebbe meglio di un cattivo affare".

Abbiamo chiesto quanto sia probabile che i negoziati in corso si concludano con un buon affare.

Il 53% ha dichiarato che è improbabile o molto improbabile.

Un altro 28% ha affermato di non avere idea di come le cose potrebbero evolversi.

Darren Lloyd Thomas, amministratore delegato della Thomas and Thomas Financial Services, si è dimostrato preoccupato del fatto che, a sua opinione, chi sta guidando i negoziati di Brexit sta perdendo di vista ciò che è importante: "I giochi politici sembrano avere più importanza dell'interesse nazionale e questo mi preoccupa molto".

Il tema della successione patrimoniale
I consulenti si sono divisi sulla questione della pianificazione dell'uscita, con il 34% che prevede la pianificazione della successione patrimoniale, il 31% la vendita e il 36% di incerti.

Derek Smith, amministratore delegato di Cavendish Ware, ha dichiarato: "Sceglierò l'opzione della successione perché stiamo sviluppando il nostro personale e lo stiamo promuovendo attraverso il business.”

"Bisogna essere realistici. Se a qualcuno viene presentato un assegno importante, vi presterà attenzione.”

Robo advisor in aumento
La domanda finale si concentra sulla tematica da cui verrà il prossimo grande cambiamento nella professione. Più della metà (54%) dei consulenti vede la tecnologia come il più potente disruptor, mentre il 14% ritiene che il più influente fattore di cambiamento sia la politica governativa.

Thomas ha affermato che la tecnologia, sotto forma di robo-advice, creerà un serio cambiamento nella professione."È una vera tentazione per chi vuole rialzare la proposta e raggiungere un maggior numero di clienti in modo più economico. I rischi, però, sono ancora irrisolti.”

Lo schema pensionistico con formula delle rendite predefinita
Il  Defined Benefit pension scheme (DB), che produce pensioni stabilite a prescindere dai contributi previdenziali effettivamente versati, è identificato da alcuni advisor come il prossimo scandalo di mis-selling, è uno dei problemi principali affrontato oggi dai consulenti britannici.

Il 60% dei sondati ritiene inoltre che la Financial Conduct Authority, la Consob britannica, non stia facendo abbastanza per ridurre questa minaccia.

Andrew Reeves, direttore di “The Investment Coach” del Northamptonshire, ha dichiarato che le cose stavano andando nella giusta direzione ma ora il regolatore ha intenzione di scartare i rapporti di transfer value analysis (TVAS). Nel mese di giugno ha affermato di sostituire la TVAS con un sistema chiamato "Analisi di trasferimento pensionistico appropriato".

"L'FCA ha riconosciuto che TVAS è un sistema fallimentare e ci sono modifiche in corso per cambiarlo - ha proseguito Reeves. - Penso che l'FCA dovrebbe confrontarsi di più con chi effettivamente effettua questi trasferimenti e con il Tesoro. C'è stata un problema di comunicazione e c’è voluto tempo per recuperare."

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.