Referendum snobbato dai mercati: effetti nulli anche sull’oro - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Referendum snobbato dai mercati: effetti nulli anche sull’oro

Referendum snobbato dai mercati: effetti nulli anche sull’oro

La grande sorpresa del referendum – posto che una vittoria di venti punti percentuali del no non era stata prevista da nessuno – è stata probabilmente la reazione dei mercati.

Per il secondo giorno di seguito gli scossoni che in molti si attendevano non si sono materializzati: Piazza Affari nella mattinata di martedì era positiva, addirittura meglio rispetto alle altre europee (unica in territorio negativo Londra).

Lo spread è tornato a calare oltre i 160 punti, segno che ci si attende una estensione del QE da parte della Bce. E neanche l’oro, che sta vivendo un mese tutto in calo, ha registrato alcun effetto “porto sicuro”.

Il metallo giallo continua a scendere a 1.170 dollari l’oncia. Perché? Probabilmente per l’effetto combinato di Fed e dollaro forte. Il lingotto è infatti sensibile all’andamento della valuta statunitense e ai rialzi di tassi.

Molti investitori si attendono un ulteriore rialzo da parte della Fed settimana prossima e questo potrebbe quindi giustificare i cali auriferi. E pensano inoltre che Donald Trump cercherà di avere una banca centrale più decisionista, riempiendo le due poltrone vacanti del FOMC con due falchi e sostituendo Janet Yellen nel 2018.

Siamo sicuri che la Fed alzerà?

Nessuno ha la palla di cristallo, ma Brian Smith, senior vice president di TCW, oggi propone una lettura interessante. Il rialzo di dicembre è già prezzato dal mercato, dice, ma il futuro corso “hawkish” della banca centrale non è scontato.

Perché? Perché potrebbe portare alla recessione negli Usa, e questo nessun presidente lo vuole.

“Davvero Trump vorrà una Banca Centrale più falco, anche se ciò comporterà una recessione durante il suo futuro mandato?”, si chiede il manager.

“Il mercato è dell’idea che il Presidente prima riempirà le due poltrone vacanti del FOMC con due esponenti più falco e poi, al termine dell’incarico a febbraio 2018, sostituirà l’attuale Presidente della Fed, Janet Yellen, con una figura anch’essa più falco. Questo spostamento nel Board aprirà la porta alla normalizzazione dei tassi di interesse di breve termine. E la normalizzazione, tradizionalmente, porta alla recessione.

Per definizione, infatti, l’aumento dei costi di finanziamento renderà più onerosi gli investimenti e diffonderà più avversione al rischio tra gli operatori di mercato. Alla fine, un rialzo significativo dei Fed Funds farà invertire la curva dei rendimenti, il che tradizionalmente ha sempre anticipato la recessione”.

Conclusione: attendetevi che Trump possa cambiare idea su questo punto. E, in quel caso, sarà probabile anche vedere un’inversione di tendenza del lingotto.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.
Eventi
  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

    Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

  • Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

    Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

  • Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

    Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

  • Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

    Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

  • Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

    Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

  • Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

    Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

  • Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

    Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

  • Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

    Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

  • BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016

    BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016

  • Delegati a Citywire Milano 2015

    Delegati a Citywire Milano 2015

  • Backstage, Citywire Roma 2015

    Backstage, Citywire Roma 2015

  • Pietro Cecere con gli ospiti del Milan Absolute Return Forum 2015

    Pietro Cecere con gli ospiti del Milan Absolute Return Forum 2015