Protagonisti - Moriggi: Pir come piano di accumulo da modulare anno per anno - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Protagonisti - Moriggi: Pir come piano di accumulo da modulare anno per anno

Protagonisti - Moriggi: Pir come piano di accumulo da modulare anno per anno

                                                   DOMANDA

Il debutto dei prodotti studiati per favorire gli investimenti  sull'economia reale sembra essere positivo ma qualche dubbio resta. Cosa ne pensa?

                                                          ---

                                             L'INTERVENTO

di Paolo Moriggi (in foto), consulente finanziario di Cuneo

 

"I Piani Individuali di Risparmio rappresentano una grande occasione per i piccoli risparmiatori italiani.

Le nostre Pmi sono un patrimonio di eccellenza con grandi potenzialità ancora in parte inespresse. I presupposti sono positivi e la clientela sembra cogliere positivamente questa opportunità.

Mi piace considerare il Pir come un piano di accumulo da modulare anno per anno all'interno dei limiti imposti dallla normativa.

L’orizzonte temporale è ideale per costruire strategie di successo anche in contesti volatili come quello attuale e la possibilità di dosare la liquidità consente di osare, puntando magari anche su linee più azionarie da monitorare sfruttando gli eventuali versamenti aggiuntivi per mediare le posizioni in presenza di storni di mercato.

Il vincolo temporale diventa uno strumento per combattere l’emotività legata alla volatilità dei mercati e obbliga il cliente a ragionare su orizzonti di medio termine necessari a garantire risultati positivi sull’investimento."

Sarà importante scegliere gestori di qualità per mitigare il rischio legato alla minore diversificazione rispetto ad altri strumenti di risparmio gestito. In questo senso mi spaventa l'idea, che circola su alcuni forum e siti di settore, di costruirsi dei Pir “fai da te”, scelta sicuramente azzardata e che esporrebbe a rischi elevati.

Infine consiglio di valutare ogni proposta ponendo attenzione all'incidenza delle commissioni che potrebbero vanificare l'effetto positivo dell'esenzione fiscale."

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.