Protagonisti - Carella: Costruisco portafogli Core&Satellite - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Protagonisti - Carella: Costruisco portafogli Core&Satellite

Protagonisti - Carella: Costruisco portafogli Core&Satellite

                                               DOMANDA

Siamo a metà 2017 e alle spalle c'è un calendario scandito da risultati di elezioni che hanno spiazzato i mercati in tutto il mondo. Quanto influisce questo contesto "stressante" nelle scelte di investimento dei consulenti?

                                                          ---

                                             L'INTERVENTO

di Claudio Carella (in foto), consulente finanziario di Roma

“Gli avvenimenti geopolitici, che includono non solo le scadenze elettorali, ma anche i rapporti tra Trump e Corea del Nord e la trattativa su Brexit e il terrorismo internazionale, continuano a condizionare l'andamento dei mercati.

Nonostante ciò, è opportuno guardare alla crescita economica mondiale, che dovrebbe attestarsi intorno al 3,4/3,5%; un dato che ci mostra come l'equity sia favorito.

Se le lecite paure del clima internazionale giustificano l’enorme massa di liquidità nei portafogli dei risparmiatori, noi sappiamo che questa è una reazione sbagliata.

Occorre, infatti, abbandonare le tecniche di costruzione di portafoglio più tradizionali vicine alle teorie di Markowitz (orizzonte temporale, frontiera efficiente, composizione netta tra equity e bond, ecc.) e andare verso una specializzazione che trovi risposta in portafogli più palesemente Core&Satellite, con una dominanza di strumenti flessibili e con di tecniche di gestione decorrelanti.

Il concetto di "diversificazione" diventa quanto mai importante e ritengo sia determinante costruire portafogli poco volatili e al riparo da possibili incidenti di percorso, educando la clientela a non scappare di fronte alle difficoltà, ma ad accettare l'idea che le variabili "rischio" e "volatilità" possono diventare in qualche misura "controllabili".”

 

 

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.