Protagonisti - Belfiore: il cliente orientato al “prodotto“ spot sarà direzionato dal pricing - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Protagonisti - Belfiore: il cliente orientato al “prodotto“ spot sarà direzionato dal pricing

1 Comment
Protagonisti - Belfiore: il cliente orientato al “prodotto“ spot sarà direzionato dal pricing

                                                   DOMANDA

Conta di più il brand o il pricing nella scelta del consulente finanziario? Secondo l’ultima survey McKinsey presentata al Salone del Risparmio 2018, solo il 12% basa la propria scelta su ciò che gli trasmette il consulente finanziario.

Cosa ne pensa a riguardo? Come si sta evolvendo il mercato secondo la sua prospettiva con la Mifid2?
                                                            _ _ _
 
                                                L'INTERVENTO

di Vincenza Belfiore, consulente finanziario di Torino

La parola “brand” raccoglie le percezioni del cliente rispetto all'azienda e rispetto al cf.

Il pricing identifica un numero che raccoglie il “valore” di un prodotto , o  il “valore“ di un servizio.

Il cliente orientato ad un servizio di pianificazione finanziaria, prediligerà il Brand sia della banca/rete che del consulente, mentre  il cliente orientato al “prodotto“ spot sarà direzionato dal pricing.

La MiFid2 è stata introdotta da poco e in questo momento si sta lavorando sulla comunicazione e sull’informazione al cliente mentre la seconda parte dell’anno sarà dedicata agli aggiustamenti operativi e organizzativi.

Ora, per i clienti, che ad oggi sono stati informati, la Mifid2 vuol dire trasparenza di costi , ma nella MiFid2 la trasparenza dei costi è un tema ma non il tema principale. La normativa, secondo me, punta ad efficientare il servizio al cliente attraverso diversi canali tra cui una arricchita profilatura di rischio del cliente, degli strumenti usati, della comunicazione.

Il legislatore cerca di spingere il cliente ad affidarsi al suo consulente, raccontando la sua storia per ottenere un servizio migliore e dall’altro lato, il consulente viene sollecitato ad utilizzare le informazioni dell’investitore per creare un servizio di consulenza personalizzata.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.