Pillole di finanza – Segnali di nervosismo dall'Europa - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Pillole di finanza – Segnali di nervosismo dall'Europa

Pillole di finanza – Segnali di nervosismo dall'Europa

L’ultimo trimestre dell’anno inizia ancora con Wall Street sui massimi mentre dall’Europa giunge qualche segnale di nervosismo, sia in Spagna, a causa del desiderio di secessione da parte dei catalani, sia in Italia, per i nuovi requisiti che la Bce starebbe preparando per gli accantonamenti a fronte di crediti dubbi, requisiti chiaramente molto più restrittivi.

Molto positive le piazze emergenti e la borsa di Tokyo, sui massimi del 2017.

Male Milano malgrado gli acquisti di Buffet su Cattolica, a dimostrazione che in Italia si può investire.

Debole l’euro sul dollaro a 1,1730, forte calo per il petrolio che torna a 49,22 dollari al barile, in lieve rialzo lo spread a 174,80 mentre il vix nel corso dell’ultima ottava prima segna nuovi minimi storici a 9,11 e poi chiudere a 9,65.

Cosa attendersi a questo punto dell’anno? Si vende, portando a casa le ottime performance ottenute o si compra per ulteriori guadagni?
Ribadisco il mio personale pensiero: cautela.  

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.