Mulin (RAM): “Francia e Italia snobbate dai mercati” - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Mulin (RAM): “Francia e Italia snobbate dai mercati”

Mulin (RAM): “Francia e Italia snobbate dai mercati”

Nonostante un outlook per l’economia e l’inflazione in ripresa, Francia e Italia soffrono un forte premio per il rischio politico legato alle prossime elezioni presidenziali in Francia e alle possibili elezioni anticipate in Italia.  

Per Olivier Mulin, gestore del fondo RAM Convertibles Europe della società d’investimento svizzera, spesso questo significa che una fetta notevole di investitori sottostima “il potenziale aumento della redditività e la capacità di molte società locali di creare valore”. Un calo dell’incertezza politica dovrebbe dunque rendere entrambi i Paesi “attraenti” e contribuire a un re-rating dei mercati azionari locali, spiega Mulin.

Alla fine di febbraio, nella distribuzione geografica dell’asset allocation del comparto Francia (17,2%, nonostante un evidente sottopeso in confronto all’Exane Eci Europe) e Italia (13,1%) occupano infatti il secondo e il terzo posto in termini di esposizione degli investimenti.   

Chi invece non gode del favore di Mulin è il Regno Unito. Ci sono diversi fattori per cui in questo caso il fondo è sottopesato rispetto al benchmark: “Quest’area è rappresentata principalmente da settori a lunga duration (cioè, l’immobiliare), che potrebbero pesare in uno scenario di rialzo dell’inflazione”.

Considerando le caratteristiche tecniche invece, “molti bond convertibili britannici”, spiega il gestore, “non rispondono al nostro obiettivo di massimizzazione della convessità nel tempo. Sono infatti caratterizzati da un basso carry. Infine, le implicazioni della Brexit per l’economia e i fondamentali delle società locali sono ancora di difficile valutazione”.

A un anno, la strategia che investe in obbligazioni convertibili ha ottenuto il 6,6% contro il 5,4% del gestore medio nella stessa asset class. Il principale driver della performance, commenta Mulin, “è derivato dal mercato azionario”.

Attualmente il comparto è esposto al mercato azionario europeo con una sensibilità sull’equity poco sotto il 40% con un livello elevato di partecipazione ai rialzi/ribassi, preferendo i nomi sottovalutati con una convessità significativa: “Abbiamo beneficiato del sovrappeso sui settori delle costruzioni, dei materiali, dei beni di consumo discrezionali e dei finanziari”, conclude il portfolio manager. Il RAM Convertibles Europe è invece fortemente sottopesato sul settore immobiliare, l’healthcare e l’energetico.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Gestori

Olivier Mulin
Olivier Mulin
9/30 di Convertibili Europa (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 15,04%