L'estate del consulente - Il riscatto della laurea: quando conviene farla? - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

L'estate del consulente - Il riscatto della laurea: quando conviene farla?

L'estate del consulente - Il riscatto della laurea: quando conviene farla?

 di Michele Bartolini, consulente finanziario

Il riscatto della laurea è l’istituto che consente a pagamento di far conteggiare gli anni di studio come contributi utili ai fini pensionistici.

Si possono recuperare gli anni di corso legale con esclusione dei periodi fuori corso. La domanda non è soggetta ad alcun termine e può essere presentata in qualsiasi momento, anche prima dell’inizio dell’attività lavorativa.

E’ consentito il pagamento rateale in 120 rate mensili senza l’aggiunta degli interessi. Le somme pagate per il riscatto sono interamente deducibili dal reddito imponibile ai fini Irpef.

COSTO DEL RISCATTO (esempio lavoratore dipendente):
Aliquota contributiva obbligatoria (33%) x retribuzione annua lorda x numero degli anni da recuperare


Stipendio annuo 25.000 €
Numero anni di laurea: 4
Costo del riscatto: 33.000 €
Rata mensile: 275 €
Risparmio fiscale annuo: 891 €

CONVIENE RISCATTARE?
Non è possibile avere una sola risposta in quanto sono molte le considerazioni da fare:
a) quale obiettivo si raggiunge con il riscatto? L’aumento dell’assegno mensile Inps o si anticipa la data di pensionamento?
b) alternative di investimento: si può ottenere maggior profitto investendo i soldi del riscatto in altre forme di investimento?

Qualche caso concreto in cui il riscatto conviene sempre:
a) se gli anni di laurea consentono di superare il limite dei 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995, in modo da poter avere la pensione per la maggior parte calcolata con il metodo retributivo;
b) se grazie agli anni di studio si arriva a raggiungere la pensione di anzianità prima dell’età pensionabile per la vecchiaia (ad esempio si può lasciare il lavoro a 62 anni invece che a 66).

Fai bene i conti, dedica del tempo a riflettere su questi temi perché non ricordo di lo avesse detto ma “L’uomo che si laurea oggi e smette di imparare domani è ignorante il successivo”.

---------

Michele Bartolini, consulente finanziario di una delle più importanti banche d’investimento italiane, svolge la sua attività da più di 15 anni nel cuore verde d’Italia, l’Umbria.

Sposato con Marta, ha due figli: Giorgia e Giulio.

Dal 2014 ha creato il blog “La finanza in semplici parole” per aumentare il livello di educazione finanziaria. Amante dei libri, ha ideato “Letture per le tue finanze”, rubrica in cui mostra delle brevi video-recensioni su libri di economia e finanza, visibili sul sito www.michelebartolini.it, il canale YouTube “Michele Bartolini” e a breve sulla pagina Facebook “La finanza in semplici parole”.

Nel 2018 ha pubblicato il mio primo libro “Se non ti preoccupi dell’economia, Lei si occuperà di te. Come capirla in 400 aforismi”, raccolta di citazioni finanziarie per capire meglio il denaro e il nostro rapporto con esso.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.