Le Olimpiadi dell'asset management. Chi sono i migliori gestori degli ultimi quattro anni? - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Le Olimpiadi dell'asset management. Chi sono i migliori gestori degli ultimi quattro anni?

Le Olimpiadi dell'asset management. Chi sono i migliori gestori degli ultimi quattro anni?

I migliori atleti del mondo sono riuniti a Rio de Janeiro per competere in una varietà di sport olimpici. In molti si sono allenati duramente e hanno affinato le loro abilità nel corso degli ultimi quattro anni da quando i giochi hanno avuto luogo a Londra nel 2012.

Cosa hanno fatto i gestori di fondi negli ultimi quattro anni? Sono riusciti a "tenere il passo" con le stelle dello sport nello stesso lasso di tempo?

In occasione delle Olimpiadi 2016, Citywire Italia dà un'occhiata ai portafogli dei fund manager di quattro tra le principali classi di attivi, che hanno riportato le migliori performance nei quarantotto mesi compresi tra luglio 2012-2016.

Obbligazionario Globale

 GestoreSocietàRendimento a quattro anni (in EUR)Fondo
GoldBruno CrastesH2O AM115,36%H2O Multibonds R
SilverCédric MorisseauAmundi
34,62%Amundi Oblig Internationales EUR P
BronzeAlberto Foà & Marco Sozzi
AcomeA Sgr
27,31%AcomeA Performance A1

Più veloce di Usain Bolt, in cima alla classifica troviamo lo sprinter dei bond globali Bruno Crastes.

Il manager della boutique H2O di casa Natixis ha costantemente sovraperformato il gestore medio dal 2012 con il suo fondo H2O Multibonds, gestito fin dal lancio ad agosto 2010 e investito prevalentemente in titoli di Stato a interesse fisso (93,3%), e in bond societari globali (7,5%).

Staccato di parecchie lunghezze, in seconda posizione lo insegue Cédric Morisseau di Amundi che gestisce un fondo (qui il factsheet) da 787,2 milioni di euro sovrappeso in Francia (20,3%), Portogallo (11,3%) e Regno Unito (9,4%) e fortemente sottopeso negli Stati Uniti (13,6% mentre il benchmark JP Morgan Global Government Bond Index Broad ha un'allocazione di circa il 37%) e in Giappone (6,5% rispetto al 23% circa dell'indice).

Medaglia di bronzo per l'Italia rappresentata dai gestori Foà-Sozzi, gestori obbligazionari di AcomeA il cui fondo Performance è investito per il 45% in titoli di Stato e per il 30% in corporate bonds (qui il factsheet).

A livello geografico l'Italia è prima in portafoglio con il 19,79%. Parecchi emergenti in portafoglio, tra cui proprio il Brasile (16,75%) in seconda posizione tra i principali Paesi, seguito dal Sudafrica (12,4%).

Azionario Globale

 GestoreSocietàRendimento a quattro anni (in EUR)Fondo
GoldKristian Heugh
Morgan Stanley
113,29%Morgan Stanley Global Opportunity A USD
SilverJohn BoselliWellington Management110,29%Wellington Global Quality Growth USD S Acc Unh
BronzeDavid BloodLombard Odier Investment Managers
91,14%LO Funds - Generation Global (USD) P A

Il "segreto" dei gestori Global Equities con rendimenti a tripla cifra? Si chiama Wall Street: tutti i concorrenti sul podio nella competizione dell'azionario globale sono fortemente investiti negli Stati Uniti.

Con le debite differenze a livello settoriale, però: il vincitore, Kristian Heugh di Morgan Stanley, impiega il 43,2% del fondo in tecnologia, sovrappeso rispetto al benchmark del 14,88%.

Medaglia di argento a John Boselli, investito in Usa per il 72,5%. A livello settoriale troviamo sempre la tecnologia (per il 19,8%), seguita dai consumi discrezionali (18,2%) e dai finanziari (17,9%).

Terzo David Blood di Lombard Odier, con un fondo da u miliardo di euro investito in Usa per il 71,6% (il cash è al 5%) e a livello settoriale in tecnologia (40,4%), industriali (19,7%) e farmasanitario (17,6%).

Azionario Europa

 GestoreSocietàRendimento a quattro anni (in EUR)Fondo
GoldMichael Barakos & Ben Stapley
JP Morgan Asset Management84,31%JPM Europe Strategic Growth
SilverWillem Vinke
El Sturdza Investment Funds83,80%EI Sturdza Strategic Europe Value Fund
BronzeDean Smith
TT International Funds
81,07%TT European Equity A EUR

Il gradino più alto del podio nella categoria European Equities a quattro anni vede la coppia di JPM AM composta dai gestori Michael Barakos & Ben Stapley, investiti a doppia cifra nelle Borse di Regno Unito (24%), Svizzera (17,7%), Germania (12,2%) e Francia (10,1%). Le prime tre partecipazioni? Roche (4,7%), Nestle (3,9%) e Unilever (3,5%).

Willem Vinke di EI Sturdza manca il primo posto per una manciata di punti percentuali. Anche Vinke preferisce il Regno Unito, ma in misura ancora maggiore: per ben il 34,9% del suo fondo (seguono Germania, 14% e Olanda 11%).

Convincente anche la prova di Dean Smith di TT International Funds, che tra i quattro gestori è quello maggiormente investito nell'azionario britannico: 40,4%.

Chissà se anche tra quattro anni, in un'Europa post-Brexit che avrà affrontato e – nel bene o nel male – assorbito gran parte delle implicazioni politiche e finanziarie del risultato dello storico referendum del 23 giugno scorso, i migliori gestori deterranno ancora tanto Regno Unito in portafoglio.

Obbligazionario Europa

 GestoreSocietàRendimento a quattro anni (in EUR)Fondo
GoldAnne BeauduAmundi31,53%Amundi Fds Bond Europe - AE (C)
SilverDavid Zahn & John BeckFranklin Templeton
29,49%Franklin European Total Return A (Mdis) EUR
BronzeDouglas Peebles & John Taylor & Jorgen KjaersgaardAllianceBernstein
27,15%AB FCP I-European Income Portfolio A EUR

Se volessimo tracciare un parallelo tra le discipline olimpiche e le asset class, a guardare le performance a quattro anni dei gestori Europe Bond potremmo dire di avere assistito a una maratona, ma non per questo meno emozionante.

Non ci sono italiani sul podio, ma il nostro Paese rimane una delle allocazioni principali di tutti e tre i fondi. L'oro va a Anne Beaudu di Amundi, che compra più bond italiani di tutti (16,53% del fondo).

L'holding principale di John Beck e David Zahn di Franklin Templeton sono gli Stati Uniti (13,5%), seguiti da UK (11,8%) e Italia (8,3% con il 5,3% del fondo investito in una emissione in scadenza nel 2032 denominata Italy Treasury Bond, senior bond, Reg S, Index Linked, 1,25%).

Si sta stretti sul gradino più basso del podio, con una medaglia di bronzo per tre e un fondo, lo European Income Portfolio di AllianceBernstein, da 2,33 miliardi di euro investito a doppia cifra in Germania (18,8%), UK (17,6%) e Italia (15,7%). Più bond societari (54,2%) che governativi (37,7%) per il trio guidato da Douglas Peebles, che detiene anche cash o titoli ad esso equivalenti per il 3,5% (81,5 milioni di euro).

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Gestori

Bruno Crastes
Bruno Crastes
110/165 di Globale (Performance su un periodo di 3 mesi) Ritorno medio: -0,11%
Marco Sozzi
Marco Sozzi
72/103 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 3,01%
Alberto Foà
Alberto Foà
71/103 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 3,01%
Cédric Morisseau
Cédric Morisseau
15/103 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 14,08%
John Taylor
John Taylor
18/103 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 13,60%
Douglas Peebles
Douglas Peebles
47/103 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 7,10%
John Beck
John Beck
59/103 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 5,63%
David Zahn
David Zahn
60/103 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 5,63%
Jorgen Kjaersgaard
Jorgen Kjaersgaard
13/23 di Europa (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 8,85%
Anne Beaudu
Anne Beaudu
14/23 di Europa (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 8,41%
Michael Barakos
Michael Barakos
46/177 di Europa (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 27,94%
Ben Stapley
Ben Stapley
12/177 di Europa (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 36,38%
Willem Vinke
Willem Vinke
24/177 di Europa (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 32,56%
Dean Smith
Dean Smith
16/177 di Europa (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 35,26%
Eventi
  • Citywire Venice 2017

    Citywire Venice 2017

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

    Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

  • Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

    Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

  • Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

    Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

  • Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

    Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

  • Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

    Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

  • Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

    Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

  • Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

    Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

  • Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

    Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

  • Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

    Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

  • Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

    Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

  • BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016

    BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016