Le norme Ifrs 17 spaventano le compagnie di assicurazione - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Le norme Ifrs 17 spaventano le compagnie di assicurazione

Le norme Ifrs 17 spaventano le compagnie di assicurazione

Per le assicurazioni che decidessero di applicare i nuovi principi contabili Ifrs 9 a partire dai bilanci 2018 tutto è pronto. L'Ivass, l'istituto presieduto dal direttore generale della Banca d'Italia, Salvatore Rossi, proprio in questi giorni ha diffuso in pubblica consultazione il regolamento che fissa le regole del nuovo regime.

Ma, scrive MF, a differenza delle banche, che per il nuovo Ifrs 9 hanno dovuto aumentare le coperture dei crediti deteriorati, a preoccupare le compagnie di assicurazione non è tanto il principio numero 9, già nell'aria da tempo metabolizzato. In ballo ci sono piuttosto altre novità più impegnative che arriveranno dai nuovi principi contabili internazionali.

L'allerta si è alzata in particolare sul nuovo Ifrs 17 che potrebbe costare alle compagnie europee addirittura più di Solvency II in termini di spese amministrative. Una rivoluzione destinata a entrare in vigore nel 2021, che cambia completamente la contabilizzazione nei bilanci dei premi assicurativi e che richiederà alle imprese di rivedere in profondità la propria organizzazione. Tanto che il regolamento Ivass ha consentito alle imprese di assicurazione di beneficiare della possibile posticipazione nell'applicazione dell'Ifrs 9 per la contabilizzazione degli investimenti finanziari, allineando la data di prima applicazione a quella dell'Ifrs 17. Un'opportunità che, qualora venisse colta, permetterebbe di pianificare l'adozione dei due principi in parallelo.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.