Il ramo Vita spinge i risultati 2017 di Aviva - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Il ramo Vita spinge i risultati 2017 di Aviva

Il ramo Vita spinge i risultati 2017 di Aviva

Il gruppo Aviva ha presentato oggi a Londra i risultati d’esercizio relativi all’anno 2017. La compagnia ha registrato una crescita complessiva: non solo degli utili e dei dividenti, ma anche del capitale e del cash flow.

L’utile operativo per azione è in aumento del +7% e il dividendo del +18%, confermando una crescita a due cifre per il quarto anno consecutivo.
Nel Vita, il Valore del New Business è aumentato del 25% attestandosi a £1.243 milioni grazie anche a un importante contribuito del mercato italiano che si distingue per la capacità di creare prodotti innovativi. Nel Danni si evidenzia un incremento dell’11% dei premi contabilizzati (NWP).

In Italia, Aviva si conferma una Compagnia solida, portando a +37% il Surplus di Capitale rispetto al 2016 e mantenendo un dividendo versato alla capogruppo pari a €90 Milioni. L’Utile netto risulta in aumento a €76 milioni.

Nel ramo Vita, i dati 2017 rispecchiano una nuova forte crescita. La Raccolta Netta ha registrato un +31% raggiungendo i €2,7 miliardi e portando il valore degli Asset Under Management a €25,5 miliardi (+11,8% vs FY16).

Il Valore Attuale dei Premi di Nuova Produzione (PVNBP) è pari a €5.263 milioni (+19% vs FY16). Il 2017 ha visto come protagonisti indiscussi i prodotti Multiramo che hanno segnato una crescita del +76%, e che rappresentano il 23% del PVNBP. L’andamento positivo è stato segnato anche dai prodotti pensionistici (+90% vs FY16) e dalle Protection (+15% vs FY16).

Il Valore del New Business, calcolato con le metriche Solvency II più che raddoppia attestandosi a €204 milioni (+103% vs FY16). Tale risultato è dovuto soprattutto al significativo aumento della redditività del New Business (S2VNB margin da 2,3% a 3,9%) oltre che al già citato incremento dei volumi.

Nel segmento Danni, il COR si attesta a 94,2%. La Raccolta Premi (NWP) chiude a quota €470 milioni. In particolare Aviva cresce nei Rami Elementari del 3,7%, mentre il Motor registra un -8% dovuto sia all’andamento ciclico del mercato che alla strategia di Aviva. Questi risultati sono in linea con gli obiettivi strategici che prevedono un ribilanciamento del mix di prodotto verso i Rami Elementari.

L’anno da poco conclusosi, infatti, ha visto concretizzarsi per Aviva in Italia anche un’importante collaborazione con il PoliHub - Innovation district & Startup Accelerator del Politecnico di Milano (2° incubatore universitario in Europa e 3° al mondo) per il lancio dell’Aviva Customer Innovation Award, call4ideas mirata all’innovazione della Customer Experience nel segmento assicurativo. L’iniziativa rientra nel filone delle attività che il gruppo sta portando avanti anche a livello internazionale a sostegno dell’evoluzione di settore e dello sviluppo dell’insurtech, sia con l’investimento in start-up, sia con partnership con incubatori di livello globale.

Infine, il 2017 per Aviva in Italia è stato contraddistinto da un rafforzamento del supporto alle iniziative di prevenzione e solidarietà: il gruppo assicurativo ha concluso la seconda edizione dell’Aviva Community Fund erogando finanziamenti oltre 100.000 euro alle organizzazioni non profit, operative a livello locale, che forniscono sostegno e supporto nel settore salute, ad infanzia e giovani, al territorio. È stata, inoltre, lanciata alla fine dell’anno anche la terza edizione dell’iniziativa, che mette in campo altre 10 donazioni a favore delle non profit attive nei settori salute, anziani e occupazione. Aviva ha scelto, inoltre, di essere al fianco di LILT Milano realizzando Aviva MoveMen Run, corsa benefica volta a sensibilizzare gli uomini su uno dei carcinomi maschili più diffusi e favorire la cultura della prevenzione.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.