Ifta 2017, Bourcier (Bnp Paribas): Il futuro degli etf rimane luminoso - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Ifta 2017, Bourcier (Bnp Paribas): Il futuro degli etf rimane luminoso

Ifta 2017, Bourcier (Bnp Paribas): Il futuro degli etf rimane luminoso

Il 2017 per gli Etf ha significato un altro anno di forte crescita. La raccolta dei fondi passivi è stata trainata, come prevedibile, dal comparto azionario, che ha beneficiato del forte rialzo che ha caratterizzato i principali listini mondiali.

E anche il prossimo futuro sarà favorevole al settore degli Etf, strumento “democratico” utilizzato sia da investitori istituzionali sia dal retail. Ne è convinta Isabelle Bourcier is Global Head of ETFs and Index Solutions a THEAM, Bnp Paribas. A favore del settore giocano diversi fattori. In primo luogo la Mifid II che imponendo maggiore trasparenza agli advisor potrebbe ora aprire nuovi spazi all’uso degli Etf nei portafogli della clientela. Una normativa, la Mifid II, che è ora allo studio delle Authority giapponesi, che punterebbero a implementare alcune delle regole che dal prossimo anno saranno legge nell’Unione Europea.

A questo si aggiunge poi l’imporsi dei robo advisor, che, dovendo puntare per loro natura su strumenti a basso costo, hanno negli Etf il loro mezzo ideale per raggiungere l’obiettivo. Un ulteriore punto di forza è dato poi dai cosiddetti Etf “smart beta”. Strategie alternative costruite sulla basi di solide ricerche accademiche che puntano nel medio e lungo termine a sovraperformare i classici indici azioni basati sulla capitalizzazione e sul flottante. All’interno della categoria smart beta, poi, si stanno imponendo le strategie “fattoriali”.

Che al loro interno comprendono varie metodologie, dalla ricerca di titoli ad alto dividendo a quelli caratterizzati da “momentum”, dai portafogli “value” a quelli tarati sulla bassa volatilità delle azioni. Un ultimo filone che ora potrebbe dare soddisfazione a emittenti e clienti è poi quello rappresentato dagli strumenti SRI ed ESG. La sostenibilità e responsabilità etica degli investimenti sta diventando un comparto importante per i fondi di investimento, e potrebbe ora diventare un “trend topic” anche per gli Etf.

Il futuro non sembra spaventare gli emittenti di Etf, del resto in poco più di 20 anni sono riusciti a creare, partendo da zero, nulla uno strumento innovativo e dirompente che si è imposto in tutto il mondo.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.