I Pir fanno volare titoli dell'Aim, ecco quali sono le reti e i gestori che ci credono di più - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

I Pir fanno volare titoli dell'Aim, ecco quali sono le reti e i gestori che ci credono di più

1 Comment
I Pir fanno volare titoli dell'Aim, ecco quali sono le reti e i gestori che ci credono di più

I Piani Individuali di Risparmio a lungo termine introdotti dalla legge 11/12/2016, n. 2321 rappresentano una nuova forma di risparmio fiscalmente incentivato finalizzata a canalizzare flussi finanziari verso le attività produttive delle PMI italiane per lo sviluppo economico del Paese.

"Le prime stime del governo prevedevano un apporto di liquidità pari a Euro 18 miliardi in 5 anni: un numero di adesioni iniziali pari a 120.000, in incremento di 60.000 nuovi PIR all’anno fino al 2021 con un conferimento medio stimato di Euro 15.000 pari alla metà dell’importo massimo annuo investibile nel PIR", si può leggere nello studio sui PIR realizzato dalla società di consulenza IR Top.

"I risultati effettivi della raccolta (oltre Euro 1,5 miliardi nei primi 3 mesi) hanno superato le attese del Ministero dell'Economia che ha rivisto al rialzo la stima portandola ufficialmente a Euro 10 miliardi per l’intero 2017. Sempre secondo la segreteria tecnica del MEF, questo livello di raccolta si dovrebbe ripetere di anno in anno, quindi proiettando la nuova stima del Governo nei 5 anni si stima un apporto di risorse cumulato pari a Euro 50 miliardi", si legge.

Le regole relative alla composizione del portafoglio prevedono che almeno il 21% del valore complessivo degli investimenti del PIR sia investito in strumenti finanziari emessi da società italiane ed estere (UE e SEE) con stabile organizzazione in Italia diverse da quelle rilevanti ai fini del FTSE MIB o di altri indici equivalenti.

"Al 31 maggio 2017 l’universo investibile dei PIR in Italia, relativamente al 21% del valore complessivo dell’investimento, è formato da 274 titoli che rappresentano una capitalizzazione complessiva di Euro 127 miliardi. In particolare è possibile investire in 63 MID CAP per una capitalizzazione complessiva di Euro 104 miliardi, e 211 SMALL CAP per una capitalizzazione di Euro 23 miliardi. Nei primi 5 mesi del 2017, rispetto all’anno 2016, crescono sia il numero delle società che ha registrato una performance positiva che la relativa performance media sia tra le MID Cap del mercato MTA che tra le MID Cap del Segmento STAR", spiegano da IRTop.

"Sul mercato AIM Italia nei primi 5 mesi del 2017, dopo l’introduzione dei PIR, il 76% delle Società ha registrato una performance positiva pari in media al +63%. Nei primi 5 mesi del 2017, dopo l’introduzione dei PIR, si evidenzia una significativa crescita del controvalore medio giornaliero su AIM Italia che passa da una media giornaliera di Euro 24.000 a oltre Euro 84.000, segnando una crescita superiore rispetto all’MTA (+257% vs +57%)", continua lo studio.

"Nei primi 5 mesi del 2017, dopo l’introduzione dei PIR, si evidenzia una significativa crescita del Controvalore Totale scambiato su AIM Italia che passa da Euro 295 milioni nel 2016 a Euro 614 milioni, segnando una crescita del +108%. Proiettando sull’intero 2017 i controvalori totali registrati nei primi 5 mesi è possibile stimare un Controvalore Totale 2017E per AIM Italia di Euro 1.475 milioni, pari a 5,00x il controvalore totale registrato su AIM Italia nel 2016 (Euro 295 milioni)".

 

Il Governo ha inizialmente stimato un afflusso di risorse finanziarie provenienti dai PIR pari a Euro 18 miliardi in 5 anni: i risultati effettivi della raccolta (oltre Euro 1,5 miliardi nei primi 3 mesi) hanno superato le attese del Ministero dell'Economia che, a fronte del successo di questa nuova forma di risparmio fiscalmente incentivato, ha rivisto al rialzo la stima portandola ufficialmente a Euro
10 miliardi per l’intero 2017. Sempre secondo la segreteria tecnica del MEF, questo livello di raccolta si dovrebbe ripetere di anno in anno, quindi proiettando la nuova stima del Governo nei 5 anni si stima un apporto dirisorse cumulato pari a Euro 50 miliardi. Nell’attuale scenario di tassi bassi, è possibile ipotizzare che 2/3 delle risorse confluiscano nell’Azionario, per un ammontare complessivo pari a Euro 33 miliardi in 5 anni.

Ipotizzando uno scenario conservativo nel quale il 30% delle risorse dell’Azionario venga investito su titoli non appartenenti all’indice FTSE MIB, si stima un apporto di capitali sulle società MID/SMALL Cap pari a Euro 10 miliardi in 5 anni.

 Di seguito è riportata la classifica degli Investitori Istituzionali più attivi sul mercato AIM Italia, con oltre Euro 5 milioni di investimento complessivo.
L’Investitore più presente sul mercato AIM Italia è Mediolanum Gestione Fondi SGR, con un investimento complessivo al 31 maggio 2017 pari a Euro 45,8 milioni e un numero di società partecipate pari a 29. Le partecipazioni fanno riferimento ai Fondi "Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia", "Mediolanum Flessibile Futuro Italia" e "Mediolanum Challenge Italian Equity".

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.
Eventi
  • Venezia in cartolina: le foto di Citywire Italia 2017

    Venezia in cartolina: le foto di Citywire Italia 2017

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

    Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

  • Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

    Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

  • Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

    Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

  • Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

    Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

  • Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

    Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

  • Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

    Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

  • Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

    Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

  • Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

    Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

  • Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

    Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

  • Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

    Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

  • BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016

    BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016