Prashant Khemka, il CIO dell’equity emergente di Goldman Sachs AM che fino a pochi mesi fa vantava il massimo rating di Citywire, ha lasciato l’asset manager internazionale.

Secondo una lettera agli azionisti visionata da Citywire, il 19 aprile GSAM ha reso noto di aver riorganizzato il team dedicato ai mercati emergenti, sia l’azionario che l’obbligazionario, sotto la guida di Sam Finkelstein, che fino a quel momento era responsabile dell’obbligazionario emergente.

A Finkelstein, che quindi supervisionerà tutti le operazioni pertinenti a entrambe le asset class, sono stati affiancati Basak Yavuz e Hiren Dasani in quanto co-responsabili dell’equity emergente.

Dasani, chiamato a prendere le redini dei fondi azionari sull’India, si sposterà da Mumbai a Singapore e aiuterà Basak nella gestione dei comparti azionari globali emergenti.

Non è ancora chiaro dove andrà l’ex star manager di Citywire Consulenza Evoluta. Nella lettera si parla solamente di “perseguire nuove opporunità lavorative”.

Un portavoce di GSAM ha confermato l’addio di Khemka aggiungendo che “la nuova struttura della leadership migliorerà il servizio svolto dai team di investimento”.

“Non ci saranno cambiamenti per quanto riguarda la filosofia e i processi d’investimento delle nostre strategie azionarie sull’India e globali emergenti”.