Fuori orario. Passione per... lo squash (quinta puntata) - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Fuori orario. Passione per... lo squash (quinta puntata)

Fuori orario. Passione per... lo squash (quinta puntata)

 a cura di Marco Zoppellari, private banker di Seregno (Monza e Brianza)

In qualsiasi ambito della vita professionale, familiare o personale, bisogna agire valutando bene ogni circostanza cercando una soluzione ottimale per ciascun aspetto, per questo è necessario sviluppare una buona capacità di problem solving, la quale deriva ovviamente dalla logica. Essa è all’origine di tutto ed è dunque importante incrementare continuamente la nostra abilità di ragionare. Nello squash la logica è essenziale: devi indirizzare la pallina verso un punto contro cui, rimbalzando, l’avversario faccia poi fatica a rispondere al colpo, ma non solo, perché bisogna anche essere pronti a rispondere velocemente al contrattacco; si è così costretti a rimanere costantemente svegli, vigili e attivi.

Durante una partita, è necessario pensare costantemente quindi a come combinare la risposta di difesa a quella di attacco, regolando di conseguenza l’inclinazione della racchetta, dosando la forza, valutando quando vale la pena rischiare e quando il minore dei mali è invece subire un punto, controllando gli spostamenti, propri e dell’avversario, dando origine ad una vera e propria strategia di gioco che consenta di arrivare alla vittoria. Seppur in modo diverso, questo ragionamento è applicabile anche alla vita di tutti i giorni, banalmente in caso di discussioni o nello specifico quando si parla di investimenti, per cui bisogna tenere monitorati molteplici fattori affinché esso dia i suoi frutti. Nonostante quindi la logica sia tradizionalmente una delle discipline filosofiche, essa riguarda anche numerose attività intellettuali, tecniche e scientifiche, tra cui matematica, semantica e informatica, ma si sta scoprendo la sua importanza sempre di più anche nelle discipline sportive e all’interno della vita quotidiana.

Inizialmente questo collegamento non viene spontaneo, ma se si prova a giocare a squash, come ad ogni altro sport, senza un minimo di logica, si finisce per giocare a casaccio, perdendo anche il gusto e il divertimento della partita stessa e, ovviamente, diventa impossibile sperare in una vittoria. Inoltre il fatto di tenere la propria mente completamente concentrata sul solo sport, ci aiuta a non pensare ad altro, come alcuni problemi che provocano in noi la classica sensazione di tensione, per cui diventa utile distrarci da essa, per esempio con lo squash che, praticato con la giusta compagnia o addirittura solo, in me facilita molto il raggiungimento di uno stato di allegria. Grazie a questo sport spero di poter continuare a tenere la mia mente, e naturalmente anche il mio fisico, allenati, perché quando non riesco ad allenarmi una settimana per un motivo qualsiasi sento nettamente la differenza in negativo.

---

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.