Ennio Doris (Mediolanum): Pir, un cambiamento epocale in un mercato da sempre bancocentrico - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Ennio Doris (Mediolanum): Pir, un cambiamento epocale in un mercato da sempre bancocentrico

Ennio Doris (Mediolanum): Pir, un cambiamento epocale in un mercato da sempre bancocentrico

“I Pir possono portare la borsa italiana a quel salto che la separa a livello dimensionale dalle altre piazze europee.  In un decina d’anni potrebbero portare a quotazione centinaia di nuove imprese e la soglia delle mille quotazioni non è irragionevole, perchè il bacino imprenditoriale italiano è davvero ricco”

Ennio Doris (in foto), fondatore del gruppo Mediolanum, si conferma entusiasta dei Piani individuali di risparmio a disposizione degli investitori italiani da gennaio: “Avevamo da poco approvato i budget 2017, ma appena sono venuto a conoscenza della normativa ho convocato il direttivo della società per rimettervi mano, ponendo questi strumenti al centro dei nostri porgramma futuri” ha rivelato in un’intervista al settimanale Milano Finanza.

“È un cambiamento epocale per un mercato finanziario italiano che si è sempre contraddistinto come sostanzialmente bancocentrico, con i pro e contro del caso. Gli istituti di credito non sempre hanno selezionato le imprese tra quelle davvero meritevoli di essere finanziate, sviluppando come si è visto di recente anche rapporti incestuosi legando i finanziamenti a interessi di altra natura”

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.