Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Ecco quanto guadagnano oggi i private banker italiani

Le stime sono state calcolate dalla società Magstat all'interno dell'annuale indagine "Il private banker in Italia", giunta alla quindicesima edizione

Junior Private Banker 

Gestisce la clientela facoltosa della banca (con patrimoni superiori ai 500 mila euro) e sviluppa nuova clientela. Ricopre questo ruolo da non più di 5 anni e quindi non ha un portafoglio clienti fidelizzato.

La sua retribuzione annua lorda può essere divisa tra fisso e variabile oppure totalmente variabile.

Nella situazione fisso-variabile il professionista, individuato come quadro di livello 1 o 2, ha (generalmente) un fisso compreso tra i 46 e i 66mila euro anni e un variabile compreso tra lo 0 e il 50%, più benefit di utilità personale e familiare (come previdenza integrativa o assistenza sanitaria) 

Nella seconda possibilità, con retribuzione totalmente variabile (tipica nelle reti di consulenza finanziaria con divisione private) la cifra annuale lorda varia da 80 a 300 mila euro, in base al portafoglio clienti gestito (da 20 a 100 milioni euro) e alla redditività dello stesso. 

Non esiste un tetto massimo

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Junior Private Banker 

Gestisce la clientela facoltosa della banca (con patrimoni superiori ai 500 mila euro) e sviluppa nuova clientela. Ricopre questo ruolo da non più di 5 anni e quindi non ha un portafoglio clienti fidelizzato.

La sua retribuzione annua lorda può essere divisa tra fisso e variabile oppure totalmente variabile.

Nella situazione fisso-variabile il professionista, individuato come quadro di livello 1 o 2, ha (generalmente) un fisso compreso tra i 46 e i 66mila euro anni e un variabile compreso tra lo 0 e il 50%, più benefit di utilità personale e familiare (come previdenza integrativa o assistenza sanitaria) 

Nella seconda possibilità, con retribuzione totalmente variabile (tipica nelle reti di consulenza finanziaria con divisione private) la cifra annuale lorda varia da 80 a 300 mila euro, in base al portafoglio clienti gestito (da 20 a 100 milioni euro) e alla redditività dello stesso. 

Non esiste un tetto massimo

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Private Banker 

Gestisce la clientela facoltosa della banca e possiede un portafoglio clienti consolidato e fidelizzato tra i 40 e i 60 milioni di euro. Lavora nel private banking da almeno 10 anni.

La sua retribuzione annua lorda può essere divisa tra fisso e variabile oppure totalmente variabile.

Nella situazione fisso-variabile il professionista, individuato come quadro di livello 3 o 4, ha (generalmente) un fisso compreso tra i 62 e i 110mila euro anni e un variabile compreso tra lo 0 e il 100%, più benefit di utilità personale e familiare (come previdenza integrativa o assistenza sanitaria) 

Nella seconda possibilità, con retribuzione totalmente variabile (tipica nelle reti di consulenza finanziaria con divisione private) la cifra annuale lorda varia da 80 a 300 mila euro, in base al portafoglio clienti gestito (da 20 a 100 milioni euro) e alla redditività dello stesso. 

Non esiste un tetto massimo: i migliori possono avere retribuzioni superiori anche a 500 mila euro.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Senior Private Banker 

Gestisce la clientela facoltosa della banca e possiede un portafoglio clienti consolidato e fidelizzato tra i 60 e i 100 milioni di euro.

I migliori hanno portafogli superiori a 100 milioni di euro e contratti ad personam.

La sua retribuzione annua lorda può essere divisa tra fisso e variabile oppure totalmente variabile.

Nella situazione fisso-variabile il professionista, individuato come quadro di livello 4 o dirigente, ha (generalmente) un fisso compreso tra gli 80 e i 250mila euro anni e un variabile compreso tra lo 0 e il 100%, più benefit di utilità personale e familiare (come previdenza integrativa o assistenza sanitaria) o riconosciuti a livello individuale (tipicamente vetture e/o alloggi)

Nella seconda possibilità, con retribuzione totalmente variabile (tipica nelle reti di consulenza finanziaria con divisione private) la cifra annuale lorda varia da 80 a 300 mila euro, in base al portafoglio clienti gestito (da 20 a 100 milioni euro) e alla redditività dello stesso. 

Non esiste un tetto massimo: i migliori possono avere retribuzioni superiori anche a 500 mila euro.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Team manager

Coordina 3-6 private banker al fine di raggiungere gli obiettivi fissati dalla banca. Possiede anche un portafoglio personale superiore ai 50 milioni di euro.

La sua retribuzione annua lorda può essere divisa tra fisso e variabile oppure totalmente variabile.

Nella situazione fisso-variabile il professionista, individuato come quadro di livello 4 o dirigente, ha (generalmente) un fisso compreso tra i 90 e i 250mila euro anni e un variabile compreso tra lo 0 e il 100%, più benefit di utilità personale e familiare (come previdenza integrativa o assistenza sanitaria) o riconosciuti a livello individuale (tipicamente vetture e/o alloggi)

Nella seconda possibilità, con retribuzione totalmente variabile (tipica nelle reti di consulenza finanziaria con divisione private) la cifra annuale lorda varia da 100 a 300 mila euro, in base al numero dei professionisti coordinati e dal portafoglio totale gestito

Non esiste un tetto massimo.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Area manager

Coordina più unità di private banking in una o più regioni e cura tutti gli aspetti commerciali e organizzativi in stretta collaborazione con la direzione generale.

A volte possiede anche un portafoglio personale.

La sua retribuzione annua lorda può essere divisa tra fisso e variabile oppure totalmente variabile.

Nella situazione fisso-variabile il professionista, individuato come dirigente, ha (generalmente) un fisso compreso tra i 120 e i 250mila euro anni e un variabile compreso tra lo 0 e il 100%, più benefit di utilità personale e familiare (come previdenza integrativa o assistenza sanitaria) o riconosciuti a livello individuale (tipicamente vetture e/o alloggi)

Nella seconda possibilità, con retribuzione totalmente variabile (tipica nelle reti di consulenza finanziaria con divisione private) la cifra annuale lorda varia da 160 a 400 mila euro, in base al numero dei professionisti coordinati e dal portafoglio totale gestito

Non esiste un tetto massimo.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.