Da Banca Generali una piattaforma su misura per offerte settimanali di certificati - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Da Banca Generali una piattaforma su misura per offerte settimanali di certificati

Da Banca Generali una piattaforma su misura per offerte settimanali di certificati

Volatilità sui mercati azionari e tassi bassi per i bond rischiano di imbrigliare le mosse degli investitori. In questo scenario si fanno strada quelle soluzioni capaci di ampliare le esigenze di protezione, ma senza sacrificare le opportunità di rendimento, come i “private certificate”.

Si tratta di strumenti finanziari derivati legati a un sottostante che consentono un approccio alternativo ai titoli, gli indici o dei fondi, prendendo libertà di direzione nelle scelte globali di investimento.

L’evoluzione di questi strumenti è guidata da un player noto nel private banking come Banca Generali che ha sviluppato intorno alla piattaforma di un operatore leader nel settore, come Bnp Paribas; un servizio avanzato nel panorama nazionale capace di mettere a disposizione certificati sia nella formula esclusiva del private placement, sia con proposte settimanali in public offer.

“Siamo i primi in Italia e tra i primi in Europa a creare un’offerta bouquet settimanale per i nostri consulenti, con un time to market molto veloce ed efficiente che supera i tradizionali problemi legati alla tempistica di questi prodotti” spiega Andrea Ragaini, vice direttore generale di Banca Generali.

Queste soluzioni stanno riscuotendo crescente interesse all’interno dei portafogli amministrati per i vantaggi nell’utilizzo come protezione da eventuali “turnaround” dell’investimento, e per l’efficacia di modulazione nell’estrarre valore dalla volatilità controllando il rischio.

Le aree settoriali interessate sono le più svariate e ruotano intorno a 3 “value proposition” proposte ogni settimana: ricerca di income, ricerca di opportunità di extra-rendimento e bisogno di protezione e decorrelazione, spiega Ragaini. Un altro aspetto innovativo nella piattaforma della Banca del Leone è dato dalla possibilità di approcciarsi ad una nuova linea di business offerta in “smart public offering”, al fianco di quella in private placement, che consente ulteriori livelli di personalizzazione a quei consulenti, e clienti, con esigenze specifiche.

“In presenza di una normalizzazione delle politiche delle banche centrali ci si attende una crescente volatilità e questo strumento consente di poter aumentare il livello di servizio nella protezione e decorrelazione dal rischio”.

Con la piattaforma dedicata ai certificati la banca guidata da Mossa compie dunque un altro passo avanti, dopo quella sull’advisory patrimoniale e i contenitori gestiti, nella strategia orientata a soluzioni distintive, e adattabili su misura, in grado di ampliare la gamma di opportunità nella sfida legata alla protezione dei patrimoni.  

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.