Crollano del 26,1% in un anno i crediti deteriorati delle banche italiane. Mps traina l'industria - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Crollano del 26,1% in un anno i crediti deteriorati delle banche italiane. Mps traina l'industria

Crollano del 26,1% in un anno i crediti deteriorati delle banche italiane. Mps traina l'industria

Sono crollati del 26,1% in un anno i crediti deteriorati delle banche italiane, secondo i dati di giugno riportati nel bollettino "Banche e moneta" diffuso da Banca d'Italia.

Le grandi cartolarizzazioni (per 32 miliardi di euro) avrebbero generato la performance, con un ruolo di punta ricoperto da Mps (appena ritornata all'utile) che, da sola, ha deconsolidato un portafoglio da 24,1 miliardi di euro.

Il totale delle sofferenze lorde degli istituti di credito italiani è arrivato ad ammontare pertanto, alla fine del 1° semestre 2018, a 131,7 miliardi di euro.

In parallelo, come evidenziato da Mf, le banche italiane sono tornate a comprare titoli di Stato raggiungendo a giugno il massimo da un anno (precisamente dal luglio scorso): 370 miliardi di euro 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.