Consob, radiato un ex consulente finanziario di Fideraum ISPB - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Consob, radiato un ex consulente finanziario di Fideraum ISPB

Consob, radiato un ex consulente finanziario di Fideraum ISPB

Alla fine per Luca Sperandio, ex consulente finanziario di Fideuram ISPB, è arrivata anche la radiazione.

Il professionista, iscritto all’Albo dal 2012, era già stato sospeso due volte dall’Autorità di vigilanza.

La prima volta per un periodo di due mesi “per avere predisposto e consegnato alla clientela documenti non rispondenti al vero, comunicato ai clienti informazioni non rispondenti al vero, nonché contraffatto la firma degli investitori”.

Nel frattempo però avrebbe continuato a lavorare come consulente finanziario senza osservare le disposizioni emanate dell’Authority. Nel 2016 quindi, dopo che Fideuram ISPB aveva segnalato alla Consob che il consulente “non avrebbe ottemperato al provvedimento” adottato da quest’ultima nell’estate del 2015, è scattata una seconda sospensione.

Intanto, nel luglio 2016, Fideuram aveva sospeso il consulente per il “periodo di una settimana” per poi, nell’agosto dello stesso anno, rescindere per giusta causa il contratto di agenzia intercorso con Sperandio, “precisando che le verifiche erano ancora in corso e riservandosi di comunicarne l’esito appena possibile”.

Ricapitolando, la Consob ha radiato il consulente per una serie di violazioni: “per aver posto in essere operazioni attinenti l’attività di consulente finanziario in violazione della citata delibera Consob n. 19263 del 23 luglio 2015 di sospensione sanzionatoria dall’Albo per il periodo di due mesi”, e poi “per avere trasmesso a un cliente rendiconti non conformi al vero e comunicato a taluni clienti false informazioni, distratto la disponibilità di somme di denaro di un cliente in favore di un altro cliente, indotto un soggetto a sostituirsi ad un cliente in occasione di un incontro con la Struttura di Rete dell’Intermediario e contraffatto la sottoscrizione di un cliente sulla girata degli assegni circolari emessi da un altro cliente”. 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.