Consob, al vaglio i criteri Esma sulle competenze dei consulenti - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Consob, al vaglio i criteri Esma sulle competenze dei consulenti

1 Comment
Consob, al vaglio i criteri Esma sulle competenze dei consulenti

Orientamenti Esma

Nel Dicembre 2015 l’Esma ha pubblicato le “guidelines” nel quadro della direttiva MiFID II, in materia di valutazione delle conoscenze e competenze del personale degli intermediari.

L’Esma ha chiarito che a partire dalla data di applicazione degli orientamenti, ossia dal 3 Gennaio 2018, tutto il personale a diretto contatto con la clientela nella prestazione dei servizi di consulenza  o nella fornitura ai clienti di informazioni riguardanti strumenti finanziari e i servizi offerti dovrà possedere i seguenti requisiti:

-una “qualifica idonea” , ossia una qualifica o altro esame o corso di formazione che soddisfi i criteri stabiliti dagli Orientamenti e che deve essere mantenuta e aggiornata  atraverso un percorso continuo di formazione.

-un'“esperienza adeguata”, vale a dire essere in grado di dimostrare la capacità di prestare i servizi pertinenti attraverso la precedente attività lavorativa. Tale esperienza viene stabilita in 6 mesi con facoltà delle autorità nazionali di incrementare detto periodo minimo.   

- un “periodo di supervisione” da parte del personale privo delle qualifiche idonee e/o dell’esperienza adeguata individuato dall’ESMA in 4 anni.

Consultazione avviata dalla Consob

Con l’obiettivo di garantire una massima convergenza agli Orientamenti Esma e contestualmente un’attenzione alla specificità del contesto italiano la Consob ha avviato una consultazione al fine di valutare quali aspetti devono essere definiti a livello nazionale.

Lista dettagliata delle “qualifiche idonee” o delle loro caratteristiche?

In relazione alla determinazione della qualifica idonea, l’Esma lascia un’alternativa tra la pubblicazione di una lista dettagliata delle qualifiche o l’indicazione delle caratteristiche che tali qualifiche dovranno avere.

La Consob osserva che stabilire una lista dettagliata, pur avendo il vantaggio della specificità, potrebbe non risultare esaustiva e creare problemi in relazione all’aggiornamento dell’elenco. A titolo esemplificativo si potrebbe fare riferimento al diploma di laurea che includa competenze rilevanti per la prestazione di servizi di investimento o all’iscrizione all’Albo unico dei consulenti finanziari. Per coloro in possesso di lauree, prive di competenze specifiche nel settore, dovrebbe essere previsto il conseguimento di titoli idonei intregrativi  eventualmente presso Università riconosciute dal MIUR (Ministero Istruzione Università della Ricerca) o enti accreditati a livello internazionale. Questa soluzione presenta il vantaggio della flessibilità e consentirebbe anche a coloro, privi, in origine, dei titoli ed abilitazioni richiesti, di conseguirli attraverso un percorso formativo.

Come differenziare la durata dell’esperienza adeguata?

Un aumento del periodo di esperienza professionale potrebbe tradursi in un aumento degli oneri per gli intermediari. Potrebbe giustificarsi una dilatazione del periodo di supervisione a 12 mesi limitatamente a coloro che possiedono un titolo di studio che necessita di un titolo idoneo integrativo come sopramenzionato.

Consob, inoltre, evidenzia l’opportunità  di valutare utilmente i periodi di esperienza professionale maturati nel triennio precedente l’inizio della presentazione dei “servizi pertinenti”.

Ridurre o confermare in 4 anni il periodo under supervision?

La facoltà concessa al dipendente di lavorare under supervision è ammissibile fino ad un massimo di 4 anni, periodo che può essere eventualmente ridotto a discrezione delle competenti Autorità nazionali. Sul punto, Consob, ritiene opportuno confermare il termine massimo di 4 anni. Potrebbe essere, invece, valutata l’opportunità di  differenziare il termine massimo di operatività di detto periodo di supervisione tra i casi di consulenza a quelli di fornitura di informazioni.

A chi spetta la revisione?

Il sistema della valutazione delle competenze fa leva su un livello minimo identificato sia da una “qualifica idonea” che da “una esperienza adeguata” da mantenere dinamica attraverso l’attivazione di un ciclo di miglioramento continuo del personale.

L’Esma lascia agli Stati membri stabilire se la revisione, su base annuale, debba essere effettuata dall’impresa o da un organismo esterno. Consob ritiene opportuno lasciare spazio ad entrambe le soluzioni prevedendo che la revisione venga valutata tramite il superamento di uno specifico esame, da sostenersi all’esito di un corso tenuto dall’intermediario o da un ente formatore terzo, entrambi muniti di un sistema di accreditamento riconosciuto a livello europeo o internazionale.  

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.
Eventi
  • Venezia in cartolina: le foto di Citywire Italia 2017

    Venezia in cartolina: le foto di Citywire Italia 2017

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Italia 2016

    Citywire Italia 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Consulenza Evoluta 2016

    Citywire Consulenza Evoluta 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Citywire Milano 2016

    Citywire Milano 2016

  • Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

    Post-Brexit: come la pensano i wealth manager scozzesi

  • Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

    Venezia in cartolina: le (altre) foto di Citywire Italia 2017

  • Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

    Il palco ai Fund Selector: best practices nella selezione di fondi e gestori

  • Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

    Financial Times incorona Banca Generali “Best Private Bank” in Italia

  • Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

    Fee Only 2016, tra tecnologie emergenti e futurizzazione

  • Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

    Fee Only 2016, i cambi epocali che guidano i mercati

  • Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

    Potter e Jensen, la Fed sbarca all’ITForum di Rimini

  • Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

    Consultique & Friends dopo Milano e Treviso si sposta al sud

  • Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

    Citywire al sesto forum nazionale Ascosim

  • Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

    Salone del Risparmio, i 7 percorsi tematici del 2016

  • BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016

    BlackRock, nuove piattaforme e scenari di investimento all’Investment Forum 2016