Compensi per 113 mln ai vertici delle banche in crisi. First Cisl chiede norma sui disastri bancari - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Compensi per 113 mln ai vertici delle banche in crisi. First Cisl chiede norma sui disastri bancari

Compensi per 113 mln ai vertici delle banche in crisi. First Cisl chiede norma sui disastri bancari

"Ammontanto a 113 milioni di euro i compensi ai propri amministratori dalle 10 banche italiane coinvolte dalla crisi dal 2011 ad oggi (Mps, Pop. Vicenza, Veneto Banca, Banca Marche, Etruria, CariChieti, CariFe, CariCesena, CaRim e Carismi, ndr).

A fronte di tanta generosità gli esiti sono drammatici: 10,6 miliardi di soldi pubblici utilizzati per fronteggiare le emergenze, 3,4 miliardi bruciati dal Fondo Atlante, 4,7 miliardi stanziati dal Fondo di risoluzione, 14.000 posti di lavoro perduti, cui si aggiungono altre 5.000 uscite in Intesa, 470mila azionisti che hanno perso del tutto o in parte i loro risparmi, con l'aggiunta di migliaia di obbligazionisti, alcuni solo parziamente rimborsati con 181 milioni dal Fondo interbancario".

Il segretario generale della First Cisl, Giulio Romani, ha ripercorso così quello che valuta un "disastro bancario", per cui in Italia "non c'è una legge".

"Una carenza inaccettabile, che va colmata" ha ricordato il responsabile sindacale "In sua assenza, sinora si contano appena 67 milioni di sanzioni irrogate".

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.