Cattolica Assicurazioni, in un anno utile netto quasi ottuplicato - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Cattolica Assicurazioni, in un anno utile netto quasi ottuplicato

Cattolica Assicurazioni, in un anno utile netto quasi ottuplicato

Cattolica Assicurazioni ha chiuso il primo semestre con un utile netto consolidato di 63 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto agli 8 milioni dello stesso periodo nel 2017.

Il risultato netto di gruppo, spiega una nota, si attesta a 51 milioni (1 milione nel 2017), mentre la raccolta premi complessiva del lavoro diretto e indiretto Danni e Vita cresce del 12,6% a 2.955 milioni, con il risultato operativo che segna una forte crescita del 25,1% a 149 milioni. Il Roe operativo all'8,1% è in crescita di 0,6 punti percentuali rispetto al 2017.

Sul fronte Danni, la raccolta premi del lavoro diretto registra una crescita del 5,4% a 1.058 milioni, di cui 566 milioni nel segmento auto, il segmento non auto mostra una decisa crescita nella raccolta premi dell'8,1% a 492 milioni. Il combined ratio migliora ulteriormente passando dal 93,4% a 92,6%.

Nel segmento Vita la raccolta del lavoro diretto è in crescita del 17,2% a 1.892 milioni. Il risultato degli investimenti è pari a 258 milioni (240 milioni nel 2017). Gli investimenti ammontano a 32.006 milioni (23.285 milioni nel 2017), mentre le riserve tecniche lorde dei rami Danni sono pari a 3.741 milioni (3.603 milioni nel 2017) e le riserve dei rami Vita, compresi i contratti di investimento, si attestano a 25.973 milioni (18.082 milioni nel 2017). Il patrimonio netto consolidato, poi, è pari a 2.197 milioni, in crescita rispetto al 31 dicembre 2017 (2.108 milioni). L’indice Solvency II del gruppo è pari a 160%, mentre il ratio si conferma solido, nonostante l’impatto negativo dell’aumento dello spread sui titoli governativi italiani.

“I dati che presentiamo oggi mostrano una crescita sostanziale del gruppo, grazie all’incremento dei volumi Vita e Danni e a una più elevata profittabilità tecnica”, ha commentato l'a.d. Alberto Minali. “Abbiamo registrato un forte progresso del risultato operativo a 149 milioni, segno che le azioni intraprese in questi mesi vanno nella giusta direzione e ci consentono di raggiungere un risultato di Gruppo pari a 51 milioni”.

Secondo il management in un mercato assicurativo ancora caratterizzato da un’elevata competitività, da bassi tassi di interesse e da una significativa volatilità dello spread sui titoli italiani, fatti salvi eventi straordinari, è previsto un risultato operativo e di utile netto di gruppo in deciso miglioramento rispetto al precedente esercizio. 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.