Calich (AA, M&G): l'eccellenza negli Emergenti arriva sfatando i pregiudizi. Sì a Russia e Africa - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Calich (AA, M&G): l'eccellenza negli Emergenti arriva sfatando i pregiudizi. Sì a Russia e Africa

Calich (AA, M&G): l'eccellenza negli Emergenti arriva sfatando i pregiudizi. Sì a Russia e Africa

Andare contro i pregiudizi (le idee “idiosincratiche”) in una stagione in cui il rischio default dei mercati emergenti è diminuito, i fondamentali dei Paesi sono più stabili e le valute locali danno maggiore fiducia e opportunità”.

La fund manager Claudia Calich (AA Citywire, tra i migliori 20 gestori donna di questo mese) ha spiegato così i brillanti risultati del suo M&G Emerging Markets Bond Fund, in apertura dell’Annual Conference di M&G Investments di questa mattina, dove sono intervenuti anche i gestori Tristan Hanson dell’M&G (Lux) Global Target Return Fund e Wolfgang Bauer dell’M&G (Lux) Absolute Return Bond Fund).

Già capo della divisione emerging market di Invesco e con oltre vent’anni di esperienza, Calich ha assunto a dicembre 2013 la guida dell’M&G Emerging Markets Bond Fund (creato nel 1999) facendolo staccare decisamente dal benchmark di riferimento. Un fond che oggi investe 1.069 milioni di euro ma “ha ancora spazio di crescita” come ha risposto a domanda diretta la fund manager: “Basta gestire la liquidità in modo molto diversificato. In Invesco ero arrivata a gestire strategie da 3-4 miliardi”.

Uno dei segreti di Calich sembra essere una certa propensione contrarian verso i Paesi in cui investire, cercando di evitare le posizioni troppo costose. In ottica di diversificazione, ha ad esempio dato fiducia alla Russia, anche durante la fase più acuta delle sanzioni, all’Ucraina (4,47% del fondo) o ha sovrappesato aree spesso considerate marginali come i Paesi dell’Africa sub-sahariana: Nigeria (3,02%), Costa d’Avorio (1,73%) e Senegal (1,44%), per citare gli investimenti principali. Mentre ha al momento sottopesati Paesi latinoamericani come Brasile (5,66%) e Messico (4,11%) piuttosto che la Turchia (2,51%) o l'Indonesia (2,45%). “L’Indonesia in realtà mi piace molto” ha precisato la fund manager “ma oggi è un sottopeso perchè molto costosa. Non è però sicuramente un sell-off: è un’area in cui potremmo fare di più”.

“In termini di valute” ha poi spiegato Calich “bisogna sottolinare come oggi molte valute emergenti abbiano una valutazione corretta o siano addirittura svalutate, nonostante alcune abbiano fatto meglio ad esempio dell’euro. Prima del tapering della Fed le valute emergenti erano spesso sopravvalutate ma oggi è tutto cambiato”.

“In questa fase positiva per gli emergenti manca soltanto un elemento” ha concluso la fund manager AA Citywire: “Una soluzione del debito. È aumentato dal 2010 al 2017 e ora dovrebbe stabilizzarsi. Anche su questo, sono ottimista”.

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.

Gestori

Claudia Calich
Claudia Calich
2/114 di Globale (Performance su un periodo di 3 anni) Ritorno medio: 7,41%
Wolfgang Bauer
Wolfgang Bauer
Tristan Hanson
Tristan Hanson